On air

Uno stile scandinavo, pulito, ma accogliente. Tanto bianco, tanto legno. Un appartamento sobrio e solare al tempo stesso, come i padroni di casa. Intervista con sorpresa.

È il “buen retiro” dannunziano, il rifugio degli amanti, ma anche un nido appartato, lontano dalle preoccupazioni quotidiane, dove rilassarsi in compagnia degli amici. È una casa moderna, sobria, ma accogliente. Uno spazio pieno di luce, tutto giocato sui toni del bianco, del tortora, dell’azzurro e del miele, il colore del legno, il vero leit motiv dell’appartamento, che si trova all’ultimo piano di una bella palazzina degli anni cinquanta affacciata sul nuovo skyline del quartiere milanese Isola, dove svettano la guglia della Torre Unicredit e i grattacieli del Bosco verticale (la vista è mozzafiato, soprattutto di sera).

Pochi, selezionati, gli elementi d’arredo. Gli oggetti di design, i soprammobili, i tessili hanno un peso specifico importante per i padroni di casa, che li hanno scelti con cura: la lampada Arco di Castiglioni, i tavolini in marmo, il radiofonografo Brionvega RR 126. E poi i riferimenti musicali e alla pop art.

Jamie e Ross – i famosi padroni di casa di cui sopra – sono dei veri e propri “maniaci” del dettaglio. L’aggettivo famoso non è poi così casuale: Ross è Rosario Pellecchia, una delle voci più note della radio, conduttore insieme a Tony Severo della fortunata trasmissione 105 Friends, ma anche cantante e autore per i Flabby, giornalista, presentatore. Jamie è la sua compagna, una giovane donna che, a dispetto dello sguardo sognante e sbarazzino, lavora presso un “serio” studio di commercialisti, per il quale si occupa di amministrazione del personale.

Li ho intervistati una sera, nello spazio di un aperitivo, una serata davvero piacevole, come piacevoli sono stati gli ospiti: due persone solari, ironiche, gioviali e molto affiatate.

La casa fotorgafata in queste pagine l’hanno appena ristrutturata insieme, “in sei mesi di duro lavoro”, come mi hanno raccontato sorridendo, un lasso di tempo dove non sono mancati i contrattempi e i momenti divertenti. Uno su tutti? “Le vibrazioni hanno fatto cadere un vaso che ha spaccato il bidet della signora del piano di sotto – ci racconta Jamie. Ma adesso siamo diventati amici!”.

Come è nata la decisione di metter su casa insieme?

Ross: Poco poco esserci conosciuti (peraltro in un modo molto strano, si sono conosciuti su Twitter, il Cupido è stato Cesare Cremonini, nda). È stato molto naturale desiderare un posto “nostro”.

Avete fatto tutto da soli o siete stati aiutati?

Jamie: Siamo stati “aiutatissimi” da quei geni dello studio Storage Associati, di Milano. Volevamo una casa bella, moderna e sobria. L’indicazione estetica era verso uno stile scandinavo e i ragazzi sono stati bravissimi nell’assecondarla, aggiungendo il loro tocco e una serie di idee letteralmente illuminanti.

Vi è capitato di discutere tra di voi su una scelta?

Ross: Sembrerà melenso, ma abbiamo scelto davvero tutto insieme. Abbiamo discusso una volta sola, sul mobile del nostro bagno.

Deformazione professionale: perché il legno (qui ne vedo davvero tanto)?

Jamie: Perché è caldo, vivo, naturale. Quando entri in casa è lì che ti aspetta per abbracciarti.

Cosa cambiereste di casa vostra?

Ross: Il rubinetto della cucina.
Jamie: Il tavolo della sala, con un piano in marmo bianco. Non perché non mi piaccia, ma perché è molto delicato… e appena lo tocco nel modo sbagliato Ross diventa matto (ride, nda).

Vi definireste casalinghi?

Ross: Da quando abitiamo in questa casa un po’ più di prima.

Per chiudere, casa per voi è?

Ross e Jamie: Nido, buen retiro ma anche posto dove accogliere gli amici (lo facciamo spessissimo).

I padroni di casa: Jamie e Ross

Nome
Lei: Jamie Nadal | Lui: Rosario Pellecchia

Età
Lei: 29| Lui: 47

Colore
Lei: Bianco | Lui: Blu

Un aggettivo per descriverti
Lei: Equilibrata | Lui: Simpatico (anche modesto, a quanto pare)

Un oggetto al quale sei particolarmente affezionato
Lei: Un paio di orecchini eleganti e luminosi che mi ha regalato mia madre | Lui: I miei orologi. Sono un collezionista

Il pezzo di design in cima alla tua top ten
Lei: Sedia a dondolo Eames RAR | Lui: Lampada Arco di Flos, design Castiglioni

La città dove vivresti fuori dall’Italia
Loro: New York

Rosario “Ross” Pellecchia

Ross Pellecchia è un professionista della comunicazione a 360 gradi. Conduttore radiofonico tra i più affermati in Italia, approda appena diciassettenne a Radio Kiss Kiss, dove idea e conduce trasmissioni di grande successo, come “A tutti coloro“, con Francesco Paolantoni, che vince il Telegatto 1992 come “Programma comico dell’anno“. Nel 1996 si trasferisce a Milano, chiamato dall’emittente più importante in Italia, Radio 105. Nel 2001 è inviato a New York, dove per un anno conduce un fortunato programma quotidiano dal titolo 105 New York.

Rientrato in Italia inizia 105 Friends, trasmissione del mattino che lo vede tuttora impegnato in coppia con Tony Severo ogni giorno alle 10 e che risulta la più ascoltata in Italia tra le 10 e le 12. Nel suo show in questi anni sono passati praticamente tutti: da Jovanotti a Vasco Rossi, da Renzi a Berlusconi, da David Bowie a Sting, dagli Oasis ai Coldplay.

Giornalista per Rockstar, Tutto Musica e Maxim, dal 1997 è impegnato in prima persona in un progetto musicale, i Flabby (per i quali è cantante e autore dei testi), con i quali ha pubblicato 5 dischi, usciti, oltre che in Italia, in circa 30 nazioni in giro per il mondo.

Il legno e gli arredi su misura: Slow Wood

La naturalezza del pavimento in rovere non si ferma al pavimento, ma conquista tutto l’appartamento, sale per tutta la parete principale del soggiorno. Diventa una piattaforma scorrevole che si muove in solitaria o in coppia con un altro pannello laccato azzurro, per nascondere all’occorrenza il contenuto della libreria, creando continuo movimento nello spazio.

Nella zone notte, per la realizzazione del mobile contenitore in rovere, in continuità materica con gli interni caldi e nobili dell’appartamento, è stata necessaria una lavorazione finemente studiata per garantire una perfetta continuità di texture. L’esperienza che ne risulta nell’aprire e chiudere il mobile è particolarmente piacevole grazie al contatto diretto col massello, che non annoia né l’occhio né la mano del cliente.

www.slowwood.net

I progettisti: Storage Associati

Nel 2001 Barbara Ghidoni, Marco Donati e Michele Pasini fondano il laboratorio creativo Storage. Storage non si occupa solo di “questioni architettoniche classiche“, ma gestisce anche progetti di interior design per negozi, showroom e numerosi marchi di moda.

www.storageassociati.com

La top 10 di Rosario Pellecchia

1. Prince, Sign of the times
2. Beatles, Michelle
3. Marvin Gaye, What’s going on
4. Massive Attack, Unfinished Simpathy
5. Miles Davis, So what
6. Bjork, Yoga
7. Oasis, Wonderwall
8. Coldplay, Trouble
9. Chet Baker, My funny Valentine
10. Joe Smooth, Promised Land



Richiedi maggiori informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio