L’eleganza delle cose semplici

Una casa moderna, i cui interni sono caratterizzati dal calore e dalla personalità del pavimento in noce.

Un attico in provincia di Treviso dotato di terrazzamento panoramico, un intervento di interior essenziale e elegante dove il compito principale dei progettisti è stato interpretare le esigenze della committenza per ottenere uno spazio accogliente ed elegante, i cui interni sono essenziali nella loro pulizia formale.

In quest’abitazione nulla è casuale, tutto è pensato per offrire la massima resa, il massimo comfort. Di grande impatto l’isola centrale con il camino, scultorea, così come il tavolo da pranzo rettangolare.

Al bianco ottico di pareti e complementi – che si alterna all’acciaio in qualche occasione – fanno da contraltare, cromatico e materico, i pavimenti in legno di noce, dalle calde sfumature miele.

Trait d’union per tutta la casa, il rivestimento ha l’onere di raccordare visivamente gli ambienti, mantenendo quel mood rustico, caldo. Le sue sfumature naturali riscaldano l’ambiente e il contrasto con l’arredamento moderno contribuisce a creare un’atmosfera raffinata. La larghezza delle tavole crea infine un movimento che dona alle stanze maggiore profondità.

Il risultato è un ambiente semplice, ma allo stesso tempo elegante.

Il parquet

Master Floor di Garbelotto è una linea di parquet prefiniti a 2 strati con uno spessore di 14 o 16 mm, di cui 4-6 mm di legno nobile. Per i pavimenti di questo attico è stato posato il prefinito Master Floor nel modello Big Old noce nazionale verniciato effetto cera.

Come tutti i pavimenti in legno di Garbelotto, questa linea è adatta alla bioedilizia, in classe E1 per l’emissione di formaldeide, al 100% made in Italy e, a richiesta, certificabile FSC.

www.garbelotto.it

La storia si ripete

Inaugurato nella primavera 2018 nel cuore della capitale inglese, l’Hotel Indigo London è un tempio art déco di vetro, marmo e legno. Legno biocompatibile di Fiemme 3000, scelto per tutti i pavimenti dei 9 piani della struttura, dallo studio Michaelis Boyd, responsabile del progetto.

Il disegno distintivo dell’Hotel Indigo cattura il fascino della scena teatrale di Londra e l’energia degli anni ’30, quando la struttura conosciuta come 1 Leicester Square aprì nello stesso luogo.

Lo spazio è stato completamente rivisitato per raccontare “la storia di quartiere“, riflettendo l’heritage dell’edificio in omaggio al lascito cinematografico e teatrale dell’area. Michaelis Boyd ha disegnato, con stile giocoso ed elegante, le camere degli ospiti, il rooftop bar e il ristorante panoramico.

Nelle 95 stanze da letto – che vedono anche l’uso di boiserie a mezza altezza per il rivestimento delle pareti – negli spazi comuni, fino al meraviglioso ristorante, sono stati posati 3.000 metri quadrati di Rovere senza nodi della collezione Fuoriserie di Fiemme 3000. Una varietà realizzata su misura dalla casa trentina, caratterizzata dalle ricche e profonde sfumature bruno-porpora e dalla superficie perfettamente levigata e priva d’imperfezioni.

La scelta di Fiemme 3000 è stata dettata dalle esigenze di qualità e di salubrità degli spazi, e anche di resa estetica e di coerenza con il progetto d’interni, che sin dalla fase d’ideazione prevedeva la scelta di pavimenti capaci di richiamare i palcoscenici teatrali.

A occuparsi dello sviluppo e della fase operativa della collaborazione con Fiemme 3000 sul territorio, Casa Fiemme London e il titolare Marco Pacitti.

Nel quartiere dove ogni angolo diventa palcoscenico, anche l’Hotel Indigo, glamorous, audace e teatrale, con vista spettacolare sui tetti della città, si trasforma così nella quinta scenografica perfetta per uno spettacolo tutto da inventare e da vivere.

________________________________________________________________

Michaelis Boyd

Michaelis Boyd é uno studio internazionale di architettura con sedi a Londra e New York. Fondato nel 1995 da Alex Michaelis e Tim Boyd, ha costruito la propria reputazione grazie a un’architettura e un interior design pluripremiati, a un approccio fortemente incentrato sul design, orientato a materiali e tecniche di costruzione sostenibili e alla consapevolezza ambientale. Il portfolio vanta progetti residenziali e commerciali di alto livello per clienti nel Regno Unito e in tutto il mondo, costruzione di nuovi siti urbani e ristrutturazione di palazzi del patrimonio inglese, hotel di lusso, resort, club privati, ristoranti e bar. Recentemente, Michaelis Boyd ha progettato cinque nuovi residence nel prestigioso Sugar Beach Club a Santa Lucia; 120 Elgin Crescent, un’abitazione privata a Notting Hill; Clubhouse by ZO., un concept di co-working, wellness e lifestyle nel Rockefeller Centre, a New York; e il RYSE Hotel a Hongdae, Seoul.

On air

Uno stile scandinavo, pulito, ma accogliente. Tanto bianco, tanto legno. Un appartamento sobrio e solare al tempo stesso, come i padroni di casa. Intervista con sorpresa.

È il “buen retiro” dannunziano, il rifugio degli amanti, ma anche un nido appartato, lontano dalle preoccupazioni quotidiane, dove rilassarsi in compagnia degli amici. È una casa moderna, sobria, ma accogliente. Uno spazio pieno di luce, tutto giocato sui toni del bianco, del tortora, dell’azzurro e del miele, il colore del legno, il vero leit motiv dell’appartamento, che si trova all’ultimo piano di una bella palazzina degli anni cinquanta affacciata sul nuovo skyline del quartiere milanese Isola, dove svettano la guglia della Torre Unicredit e i grattacieli del Bosco verticale (la vista è mozzafiato, soprattutto di sera).

Pochi, selezionati, gli elementi d’arredo. Gli oggetti di design, i soprammobili, i tessili hanno un peso specifico importante per i padroni di casa, che li hanno scelti con cura: la lampada Arco di Castiglioni, i tavolini in marmo, il radiofonografo Brionvega RR 126. E poi i riferimenti musicali e alla pop art.

Jamie e Ross – i famosi padroni di casa di cui sopra – sono dei veri e propri “maniaci” del dettaglio. L’aggettivo famoso non è poi così casuale: Ross è Rosario Pellecchia, una delle voci più note della radio, conduttore insieme a Tony Severo della fortunata trasmissione 105 Friends, ma anche cantante e autore per i Flabby, giornalista, presentatore. Jamie è la sua compagna, una giovane donna che, a dispetto dello sguardo sognante e sbarazzino, lavora presso un “serio” studio di commercialisti, per il quale si occupa di amministrazione del personale.

Li ho intervistati una sera, nello spazio di un aperitivo, una serata davvero piacevole, come piacevoli sono stati gli ospiti: due persone solari, ironiche, gioviali e molto affiatate.

La casa fotorgafata in queste pagine l’hanno appena ristrutturata insieme, “in sei mesi di duro lavoro”, come mi hanno raccontato sorridendo, un lasso di tempo dove non sono mancati i contrattempi e i momenti divertenti. Uno su tutti? “Le vibrazioni hanno fatto cadere un vaso che ha spaccato il bidet della signora del piano di sotto – ci racconta Jamie. Ma adesso siamo diventati amici!”.

Come è nata la decisione di metter su casa insieme?

Ross: Poco poco esserci conosciuti (peraltro in un modo molto strano, si sono conosciuti su Twitter, il Cupido è stato Cesare Cremonini, nda). È stato molto naturale desiderare un posto “nostro”.

Avete fatto tutto da soli o siete stati aiutati?

Jamie: Siamo stati “aiutatissimi” da quei geni dello studio Storage Associati, di Milano. Volevamo una casa bella, moderna e sobria. L’indicazione estetica era verso uno stile scandinavo e i ragazzi sono stati bravissimi nell’assecondarla, aggiungendo il loro tocco e una serie di idee letteralmente illuminanti.

Vi è capitato di discutere tra di voi su una scelta?

Ross: Sembrerà melenso, ma abbiamo scelto davvero tutto insieme. Abbiamo discusso una volta sola, sul mobile del nostro bagno.

Deformazione professionale: perché il legno (qui ne vedo davvero tanto)?

Jamie: Perché è caldo, vivo, naturale. Quando entri in casa è lì che ti aspetta per abbracciarti.

Cosa cambiereste di casa vostra?

Ross: Il rubinetto della cucina.
Jamie: Il tavolo della sala, con un piano in marmo bianco. Non perché non mi piaccia, ma perché è molto delicato… e appena lo tocco nel modo sbagliato Ross diventa matto (ride, nda).

Vi definireste casalinghi?

Ross: Da quando abitiamo in questa casa un po’ più di prima.

Per chiudere, casa per voi è?

Ross e Jamie: Nido, buen retiro ma anche posto dove accogliere gli amici (lo facciamo spessissimo).

I padroni di casa: Jamie e Ross

Nome
Lei: Jamie Nadal | Lui: Rosario Pellecchia

Età
Lei: 29| Lui: 47

Colore
Lei: Bianco | Lui: Blu

Un aggettivo per descriverti
Lei: Equilibrata | Lui: Simpatico (anche modesto, a quanto pare)

Un oggetto al quale sei particolarmente affezionato
Lei: Un paio di orecchini eleganti e luminosi che mi ha regalato mia madre | Lui: I miei orologi. Sono un collezionista

Il pezzo di design in cima alla tua top ten
Lei: Sedia a dondolo Eames RAR | Lui: Lampada Arco di Flos, design Castiglioni

La città dove vivresti fuori dall’Italia
Loro: New York

Rosario “Ross” Pellecchia

Ross Pellecchia è un professionista della comunicazione a 360 gradi. Conduttore radiofonico tra i più affermati in Italia, approda appena diciassettenne a Radio Kiss Kiss, dove idea e conduce trasmissioni di grande successo, come “A tutti coloro“, con Francesco Paolantoni, che vince il Telegatto 1992 come “Programma comico dell’anno“. Nel 1996 si trasferisce a Milano, chiamato dall’emittente più importante in Italia, Radio 105. Nel 2001 è inviato a New York, dove per un anno conduce un fortunato programma quotidiano dal titolo 105 New York.

Rientrato in Italia inizia 105 Friends, trasmissione del mattino che lo vede tuttora impegnato in coppia con Tony Severo ogni giorno alle 10 e che risulta la più ascoltata in Italia tra le 10 e le 12. Nel suo show in questi anni sono passati praticamente tutti: da Jovanotti a Vasco Rossi, da Renzi a Berlusconi, da David Bowie a Sting, dagli Oasis ai Coldplay.

Giornalista per Rockstar, Tutto Musica e Maxim, dal 1997 è impegnato in prima persona in un progetto musicale, i Flabby (per i quali è cantante e autore dei testi), con i quali ha pubblicato 5 dischi, usciti, oltre che in Italia, in circa 30 nazioni in giro per il mondo.

Il legno e gli arredi su misura: Slow Wood

La naturalezza del pavimento in rovere non si ferma al pavimento, ma conquista tutto l’appartamento, sale per tutta la parete principale del soggiorno. Diventa una piattaforma scorrevole che si muove in solitaria o in coppia con un altro pannello laccato azzurro, per nascondere all’occorrenza il contenuto della libreria, creando continuo movimento nello spazio.

Nella zone notte, per la realizzazione del mobile contenitore in rovere, in continuità materica con gli interni caldi e nobili dell’appartamento, è stata necessaria una lavorazione finemente studiata per garantire una perfetta continuità di texture. L’esperienza che ne risulta nell’aprire e chiudere il mobile è particolarmente piacevole grazie al contatto diretto col massello, che non annoia né l’occhio né la mano del cliente.

www.slowwood.net

I progettisti: Storage Associati

Nel 2001 Barbara Ghidoni, Marco Donati e Michele Pasini fondano il laboratorio creativo Storage. Storage non si occupa solo di “questioni architettoniche classiche“, ma gestisce anche progetti di interior design per negozi, showroom e numerosi marchi di moda.

www.storageassociati.com

La top 10 di Rosario Pellecchia

1. Prince, Sign of the times
2. Beatles, Michelle
3. Marvin Gaye, What’s going on
4. Massive Attack, Unfinished Simpathy
5. Miles Davis, So what
6. Bjork, Yoga
7. Oasis, Wonderwall
8. Coldplay, Trouble
9. Chet Baker, My funny Valentine
10. Joe Smooth, Promised Land

Cracco mostra il suo profilo migliore

Un ristorante stellato, ma anche un luogo di incontro. ll progetto di ristrutturazione del nuovo locale dello chef stellato è firmato dallo Studio Peregalli. Gli interventi di ristrutturazione e di recupero sono stati caratterizzati dalla cura maniacale di ogni dettaglio.

L’apertura del suo ristorante – porta proprio il suo nome, Cracco – è stata uno degli “eventi gourmet” dell’anno a Milano. Il nuovo ristorante dello chef stellato Carlo Cracco, in Galleria Vittorio Emanuele, è uno spazio di 1118 mq suddiviso su tre piani che interpreta con stile una città cosmopolita e raffinata. Un ristorante stellato, ma anche un luogo di incontro, una caffetteria, un bistrot e una cantina. Una cinquantina di posti in uno spazio che ricorda ritrovi d’inizio novecento, con i suoi specchi, la carta da parati floreale, l’atmosfera di completo isolamento dal mondo.

Il progetto di ristrutturazione è firmato dallo Studio Peregalli che, ispirandosi al ristorante Le Grand Véfour ai giardini del Palais Royal di Parigi (un gioiello dell’arte decorativa del XVIII secolo) ha ideato un dialogo tra l’architettura della Galleria e uno stile sobrio e pulito.

Cuore del ristorante la cucina dello chef (ogni piano del ristorante ne ha una), caratterizzata dalla mattonella in ceramica 4 volte curva disegnata da Giò Ponti e Alberto Rosselli per la Triennale di Milano del 1960.

La posa in opera di tutti i pavimenti è partita dall’impermeabilizzazione e dalla desolidarizzazione del sottofondo. Ogni lavorazione è stata eseguita a regola d’arte, con cura di ogni dettaglio, in particolare nella cucina piano ammezzato sono stati rivestiti tutti gli archi a volta presenti, mediante un taglio delle piastrelle preciso, i cui bordi esterni sono stati protetti dal profili più adatti.

Particolare attenzione è stata dedicata alla posa del bellissimo parquet restaurato ubicato al primo piano.
Suggestivi marmi caratterizzano, infine, i bagni del ristorante.

Nel complesso il locale emana una speciale atmosfera teatrale di armonia ed eleganza, prova che finiture di qualità possono donare equilibrio e fascino ricercato agli ambienti, senza rinunciare alla funzionalità e alla sicurezza dei materiali.

__________________________________________________________

Il tocco da maestri

Per assicurare la perfezione estetica nelle finiture e nella posa dei rivestimenti e pavimenti sono stati selezionati diversi prodotti dell’azienda veneta Progress Profiles. Se le membrane e i sistemi di posa non sono ora più visibili, i profili sono estremamente funzionali in tutte e tre le cucine (bistrò, ristorante e pasticceria), mentre nei servizi al piano terra e al primo piano donano armonia e raffinatezza.

Nella realizzazione delle pavimentazioni sono stati impiegati Prodeso Membrane e Proleveling System: il primo è una speciale membrana desolidarizzante che permette una posa delle piastrelle senza tagli e senza giunti nel supporto, riducendo drasticamente i tempi di cantiere; mentre Proleveling System è un sistema rivoluzionario che assicura pavimentazioni perfette con un’assoluta planarità senza dislivelli, insostituibile per la posa dei rivestimenti nelle cucine e nei bagni.

In ogni cucina troviamo Proshell e Prointer in acciaio inox satinato, profili di sguscia concava ideali per garantire la pulizia e l’igiene, idonei al contatto con prodotti alimentari. Inoltre, per proteggere gli angoli esterni dei rivestimenti sono stati posati i profili Projolly, Projolly Quart e il profilo a forma di “LProterminal, entrambi in acciaio.

Nelle sale l’ottone naturale delle finiture fa da padrone e aggiunge eleganza agli ambienti. Procarpet consente di raccordare in modo continuo e senza gradini la moquette alla pavimentazione, anche di diverso spessore, proteggendone i bordi; mentre Proterminal separa e protegge pavimenti diversi con un tocco dorato.

www.progressprofiles.com

 

Dalla scelta dei materiali alla posa in opera

Posami è la risposta di un gruppo di imprenditori, con un’esperienza cinquantennale nel settore delle costruzioni, all’esigenza di un mercato orientato al valore e alla qualità. È un’iniziativa volta alla fornitura e posa in opera di pavimenti e rivestimenti che si occupa del cantiere a 360 gradi: dal progetto, alla definizione dei capitolati, alla scelta dei materiali fino alla messa in opera qualificata.

Posami ha sede a Milano ma opera in tutto il mondo, utilizzando squadre specializzate e manodopera selezionata e certificata Assoposa.

Le aziende partner: Mapei, Marazzi, Mosaico+, Progress Profiles e Fila Solution.

www.posami.it

Speakeasy!

The Office, a New York, è l’esclusivo cocktail bar situato al 35° piano del Mandarin Oriental Hotel, firmato da Tihany Design. L’atmosfera che si respira è quella dei bar americani di inizio 900, dove si ordinavano alcolici… a bassa voce.

The Office è uno “speakeasy”, che significa letteralmente “parla piano”: i bar dove all’inizio del 1900, durante il proibizionismo, venivano servite bevande alcoliche illegalmente che, ovviamente, dovevano essere ordinate a bassa voce, per non attirare l’attenzione. Molti di questi, soprattutto a New York, avevano degli ingressi camuffati, difficili da vedere e spesso era necessaria una parola d’ordine per potervi accedere. Questa tipologia di locale con le sue caratteristiche immutate, è arrivata fino ai nostri giorni.

Al 35° piano del Mandarin Oriental Hotel di New York si possono degustare rari liquori vecchi anche di 100 anni, respirando un’atmosfera d’altri tempi, grazie ai mobili in pelle, alle suppellettili originali e ovviamente al legno.

L’interior design di The Office è firmato da Tihany Design (più precisamente dalla designer Diane Hang), che ha realizzato progetti di luxury interior design in tutto il mondo per hotel, ristoranti, bar e lounges.

La scelta per i pavimenti? Un modello personalizzato da Garbelotto per questa incredibile realizzazione, finito con una colorazione scura a campione, che si inserisce in maniera perfetta con l’arredo e gli altri materiali: “old-fashionedCreator.

La finitura anticata, realizzata in opera da Archetypal Imaginary Corp. di New York, riporta il rovere ai tempi del proibizionismo e ricrea un’atmosfera sofisticata e al contempo calda e avvolgente, ottima per degustare uno dei piatti del breve ma curatissimo menù che comprende foie gras, jamon iberico e caviale, o uno dei classici cocktail newyorkesi.

_______________________________________________________________________

Creator by Garbelotto

La linea Creator comprende alcuni dei prodotti di alta gamma di Parchettificio Garbelotto: ogni quadrotta viene composta a mano da abili artigiani. Tutte le lavorazioni sono realizzate negli stabilimenti in provincia di Treviso, inoltre le materie prime utilizzate sono selezionate e certificate per l’utilizzo per la bioedilizia. La linea Creator viene realizzata anche nella variante “Le Murrine“.

www.garbelotto.it

Messico e nuvole

Valle de Bravo: un’abitazione pensata come una grande terrazza sul paesaggio, caratterizzata dall’ampio utilizzo di vetrate, dal tocco caldo e confortevole del legno e dagli arredi su misura, che celebrano i colori e la cultura messicana.

Questa casa privata in Messico, a Valle de Bravo, è stata pensata e progettata ponendosi l’obbiettivo del calore e dell’accoglienza, per creare un’atmosfera in linea con il paesaggio naturale che la circonda.

L’architetto Roberta Rojas ha pensato l’abitazione come una grande terrazza sul paesaggio, senza strutture angolari, con il corpo centrale delimitato da quattro chalet, dove il dialogo con gli spazi esterni è assicurato dall’ampio utilizzo di vetrate.

Natura e spazio costruito si compenetrano in perfetta armonia e anche gli interni, con gli arredi progettati su misura, contribuiscono alla creazione di un clima confortevole e ospitale, celebrando al contempo i colori e la cultura messicana.

Leit motiv i pavimenti di legno (della collezione di Mareggiata Cefalù 1131 di Listone Giordano), tavole lavorate artigianalmente che assumono l’aspetto tipico del legno levigato dal tempo e contribuiscono a valorizzare l’identità della materia e l’intera abitazione.

_______________________________________________________________________

Listone Giordano Atelier, Reserve Mareggiata

Reserve Mareggiata di Listone Giordano Atelier è una collezione unica come la natura. Il nome mareggiata nasce dal suo aspetto estetico tipico del legno levigato dal tempo e dall’acqua salata del mare. Ogni tavola di Rovere francese diventa così una piccola scultura naturale come i maestosi tronchi d’albero che il mare lascia sulla spiagge d’inverno. Trattamenti ad olio e protezioni eco-friendly impreziosiscono ogni venatura della materia legno per un prodotto da vivere a piedi nudi.

La collezione è stata installata con la consulenza e l’assistenza tecnica del gruppo Jager, partner di Listone Giordano a Città del Messico.

www.listonegiordano.com

La scheda

  • Referenza: Country House in Valle de Bravo, Messico
  • Architetto: Roberta Rojas
  • Interior: Paola Aboumrad
IN VETRINA
Chimiver Cleaner Star, nuova formula ancora più efficace

Chimiver presenta il nuovo Cleaner Star, un detergente intensivo multiuso adatto alla pulizia di pavimenti in legno verniciati.

Grazie alla sua composizione agisce in modo molto efficace anche su pavimenti in PVC, linoleum, melamminici, marmo e resina, rimuovendo efficacemente sporco, sgommate e segni vari, senza lasciare aloni e con un profumo gradevole per l’ambiente.

Si tratta di una soluzione neutra, additivata con speciali nanoparticelle che offrono alle superfici trattate una pulizia profonda e prolungata nel tempo, anche in presenza di animali domestici.

In particolare con la formula di ultima generazione vengono garantite:
– maggiore biodegradabilità del prodotto;
– migliore azione detergente;
– pulizia senza aloni;
– piacevole profumazione.

Woodco Slim, 1 cm di spessore per interventi rapidi e poco invasivi

Dedicata a chi necessita di pavimenti dallo spessore ridotto e non vuole rinunciare al fascino del vero legno, la collezione di parquet extra sottili Slim di Woodco unisce estetica e praticità, rivelandosi un vero alleato in caso di ristrutturazione.

Quando la ristrutturazione di uno spazio abitativo coinvolge anche il pavimento, sempre più spesso si sceglie di non demolire la vecchia superficie ma di rivestirla. La ricerca di pavimentazioni alternative si orienta così su rivestimenti ultra sottili, in modo che le altezze delle porte e delle portefinestre possano essere facilmente adeguate al nuovo livello del suolo senza interventi di rifilatura complessi.

Studiata appositamente per chi sta affrontando i lavori di rinnovo dei pavimenti, la collezione di parquet Slim di Woodco offre la possibilità di non dover rinunciare alla naturalezza e al calore del vero legno, grazie alle tavole dallo spessore estremamente ridotto, pari a 1 centimetro. Questo non solo facilita i lavori di riqualificazione, aumentando la probabilità di dover intervenire solamente sui cardini dei serramenti anziché sull’intera struttura, ma permette anche di beneficiare di tutta l’eleganza, il comfort e il valore estetico di un vero parquet.

La collezione

Disponibili in due diverse dimensioni (1500/2200×180 mm e 800/1200×120 mm) e in 11 tonalità differenti, i parquet Slim regalano superfici scenografiche attraverso la microbisellatura sui quattro lati e alla verniciatura extra opaca eseguita con la tecnica artigianale della stracciatura a mano, che conferisce alle tavole un effetto naturale trasformandole in pezzi unici e irripetibili.

La posa incollata semplice e veloce, garantita dalla flessibilità delle doghe e dalla precisione degli incastri, conferma il carattere pratico e contemporaneo della collezione, perfetta su sottofondi cementizi, anidride, pannelli in fibra legnosa, pavimenti in ceramica e anche su sottofondi con sistemi di riscaldamento a pavimento.

Infiltrazioni addio con le membrane Progress Profiles

Gli agenti atmosferici possono causare seri danni strutturali non solo ai terrazzi e balconi ma anche all’interno delle abitazioni. Diventa sempre più importante impiegare prodotti di alta qualità che assicurino durabilità e un’efficace impermeabilizzazione.

Progress Profiles, gruppo specializzato nel settore dei profili tecnici e decorativi e nei sistemi di posa, viene incontro a queste esigenze proponendo un’ampia gamma di membrane in grado di permettere molteplici vantaggi, tra cui una perfetta impermeabilizzazione del sottofondo e un netto risparmio di tempo e costi di lavoro.

Prodeso Membrane, Profoil e Prodrain 10 sono tre membrane, con destinazioni d’uso e caratteristiche specifiche differenti, estremamente versatili. Capaci di risolvere qualsiasi problema di infiltrazione, sono ideali sia all’esterno che all’interno. Prodeso Membrane e Profoil sono in polietilene e dotate ai lati di un non tessuto in polipropilene termosaldato, che ne garantisce un’ottimale adesione al supporto. Entrambe abbattono in maniera notevole i tempi di cantiere e non interrompono le operazioni che vanno dalla posa del prodotto a quella del rivestimento. Prodeso Membrane favorisce lo sfogo delle tensioni di vapore anche in caso di sovrapposizione, su supporti fessurati e non adeguatamente stagionati, mentre la sua elevata elasticità è sinonimo di desolarizzazione tra sottofondo e piastrella e limita drasticamente le rotture e le crepe della pavimentazione. Inoltre, distribuisce in modo omogeneo il carico o il calore di un eventuale sistema di riscaldamento. Profoil, invece, è il prodotto raccomandato sia per le pavimentazioni, sia per i rivestimenti. Di uno spessore di soli 0,42 mm, questa membrana impermeabilizza cucine e bagni, ma anche locali ad alta tensione di vapore, quali saune, bagni turchi e luoghi a contatto permanente con acqua in pressione, come le piscine. La terza membrana, Prodrain 10, è costituita da una lastra in polietilene ad alta densità (HDPE) provvista di rilievi tronco conici a basi circolari sormontati da un non tessuto in polipropilene termosaldato di colore grigio permeabile all’acqua. Aiuta il drenaggio in caso di posa di pavimenti a malta, dove bisogna evitare il contatto diretto tra la guaina bituminosa e il massetto. Prodrain 10 risuta estremamente efficace anche negli spazi interni: ruotata di 180° sotto il massetto, previene la risalita capillare dell’acqua.

Chimiver CareLine per la pulizia, la sanificazione e la cura dei pavimenti

Chimiver offre una linea di prodotti professionali specifica per la pulizia e la cura dei pavimenti. Che siano superfici calpestabili nuove o recuperate, indoor o outdoor poco importa: gli articoli della linea CareLine di Chimiver sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza.

Pavimento in legno, laminato, vinilico, ceramica, resina, moquette… Ognuna di queste tipologie può essere perfettamente trattata con un detergente specifico della gamma CareLine, studiato non solo per pulire ma anche per sanificare, nutrire e riparare le superfici.

Sul sito www.chimiver.com nella sezione CareLine Shop è possibile scoprire il distributore CareLine più vicino.

Adesiv MS, l’adesivo silanico universale

Adesiv presenta l’adesivo monocomponente MS ad alte prestazioni, una soluzione silanica per l’incollaggio di tutti i tipi di pavimenti in legno su sottofondi cementizi o su superfici preesistenti non assorbenti (marmo, piastrelle, palladiana, supporti legnosi).

Di seguito alcune delle sue principali caratteristiche:

  • Monocomponente
  • 100% MS Technology
  • Elevata resa
  • Alta presa iniziale
  • Adatto per l’incollaggio di tutti i tipi di pavimenti in legno
  • Esente da isocianato o ammine
  • Esente da solventi
  • Basse emissioni VOC
Boen Handcrafted: artigianalità e tradizione nella vostra casa

Gli elementi naturali tipici dello stile modern rustic hanno ispirato la collezione Handcrafted di Boencaratterizzata da pavimenti in legno con forte personalità. La serie dà risalto agli aspetti più naturali del Rovere e punta l’attenzione sull’artigianalità nella lavorazione delle superfici. Gli artigiani Boen livellano e riempiono nodi e fessure con cura e passione per creare parquet unici in grado di emozionare e trasformare ogni ambiente in un piacere per gli occhi. I parquet Boen della famiglia Handcrafted portano la natura dentro la vostra casa.

Il Rovere è un legno che in natura offre una gamma di molteplici effetti. Nella collezione Handcrafted, Boen propone un’interessante varietà di superfici tra cui scegliere. Un parquet scuro, per esempio, si addice perfettamente a un arredamento moderno dai colori chiari e a elementi di design realizzati in materiali naturali come lana e pelle. Rovere Antique Brown, che vedete nelle immagini, con la sua superfice anticata e trattata ad olio-cera, è anello di congiunzione tra gli spazi interni della vostra casa e l’ambiente esterno che la circonda.

Sostenibilità, invece, è l’elemento chiave di questa nuova proposta in cui artigianalità e natura si combinano per dare vita a forme di eleganza e creatività davvero uniche.

Handcrafted è disponibile presso Interwoood, rivenditore ufficiale per l’Italia della casa norvegese.

 

Vernice all’acqua ad alta durabilità Chimiver Ecotraffik 2K

Chimiver Ecotraffik 2K è una vernice poliuretanica bicomponente all’acqua per pavimenti in legno, caratterizzata da un elevato residuo secco, facilità applicativa ed ottimo bagnamento del poro su pavimenti anche spazzolati donando un aspetto leggermente tonalizzato. Ecotraffik 2K possiede ottime resistenze all’abrasione, al calpestio e alle “sgommate” (Black Heel Mark) che la rendono indicata per pavimentazioni ad altissimo traffico.

Il prodotto catalizzato nel rapporto indicato e miscelato in modo omogeneo, va applicato sul parquet preventivamente stuccato, carteggiato e accuratamente aspirato. In condizioni lavorative critiche (alte temperature, basse umidità o grandi superfici) si consiglia l’aggiunta di Diluente DR H20 in quantità 5-10%.

E’ possibile dopo 4 ore dall’applicazione (in questo caso senza carteggiare) o dopo 24 ore (in questo caso carteggiare con carta abrasiva o rete grana 220) applicare la seconda mano di Ecotraffik 2K. Nell’applicazione a rullo è fondamentale che la vernice catalizzata venga “lavorata” molto bene lungo la vena del legno.

Se si volesse impiegare una terza mano di Ecotraffik 2K, questa deve essere effettuata seguendo la tempistica descritta sopra; rimane però consigliabile la carteggiatura dopo ogni mano se l’obiettivo è ottenere un aspetto superficiale più uniforme e più “morbido” al tatto.

Un ottimo ciclo di verniciatura consiste nella stesura di una prima mano di fondo all’acqua Ecoprime HS 120; successiva carteggiatura e stesura di una o due mani di Ecotraffik 2K.

Qualora si intendesse accentuare la tonalizzazione del pavimento, applicare come fondo Ecocrom.

L’utilizzo di Ecotraffik 2K direttamente su legni contenenti elevate concentrazioni di tannino, resine o concrezioni minerali deve essere preceduta da una prova preliminare.

La manutenzione ordinaria e straordinaria dei pavimenti trattati con Ecotraffik 2K è da eseguire con le soluzioni della linea Velurex.