L’architettura che ascolta la natura

Una casa interamente in legno. Fuori, le dolci sfumature di verde delle colline vicentine. Dentro, un ricercato setting di colori tenui e pochi pezzi di design.

Una casa interamente in legno, in cui il pavimento riesce ad affermare la propria personalità su tutto l’ambiente, trasformandosi da comparsa a protagonista. È questa l’idea progettuale con cui l’interior designer Marco Sbalchiero (aiutato per la parte normativa dall’architetto Roberto Bassan) ha deciso di realizzare l’edificio che ospita la sua abitazione e il suo studio.

Le scelte progettuali riflettono il passato del luogo e ne definiscono il futuro: nell’area sorgeva un edificio ormai in rovina. Un ripido pendio sulle colline vicentine, che guardano i Colli Berici e gli Euganei, ha determinato la composizione della nuova struttura: due volumi su quote successive, collegati fra loro, ma pensati per poter essere anche completamente indipendenti. Ciascun piano ha un suo giardino. Su quello inferiore c’è lo studio dell’interior designer, introdotto da una grande superficie vetrata, che comprende, fra l’altro, anche una piccola sala cinema. Al piano superiore le due camere da letto, i servizi con sala termale, la zona giorno aperta sul suo patio esterno.

A parte il seminterrato, che deve svolgere la funzione di contenimento del pendio, il resto del fabbricato è interamente in legno, assemblato secondo un sistema brevettato in Germania. Il tetto in alluminio ospita l’impianto fotovoltaico.

La climatizzazione è affidata a un sistema che attinge ai princìpi della geotermia, senza però ricorrere a complesse installazioni: solo 50 metri di tubature che scendono a una profondità di appena due metri nel terreno, consentendo comunque di sfruttare la temperatura costante di 18 gradi che vi si incontra. Classe A+, dunque, per una realizzazione votata alla biocompatibilità senza compromessi.

Design e biocompatibilità

Tutti gli interni seguono uno stile minimalista, senza nessuna concessione alla decorazione: grandi aperture vetrate, pareti nude e colori neutri.

In questo voluto ‘silenzio’ – spiega Sbalchierodesideravo che l’elemento forte, quello con una ‘voce’ tutta sua, fosse la base su cui letteralmente tutto si regge, cioè il pavimento”. Da qui la scelta di un particolare di tipo di nuance per il parquet, il Platino, che con il suo candore riprende e interpreta la radianza luminosa dell’insieme. “Per conferirgli un ‘suono’, che volevo fosse rustico, pur in un contesto moderno – continua l’interior designer – ho optato per la scelta variegata con la lavorazione spazzolata, con le sue scabrosità e l’evidenza del lavoro manuale”.

A chi gli chiede perché una casa interamente in legno, Sbalchiero risponde così: “Perché è il materiale per eccellenza che garantisce la massima vivibilità, il comfort assoluto, il grado estremo di biocompatibilità che intendevo conseguire. Certo, dovevano essere legni speciali, di qualità particolari, lavorati e trattati nei modi dovuti”.

In questa casa le superfici calpestabili diventano l’elemento dominante dell’interior design, al legno spetta un compito tutt’altro che semplice: unire le migliori caratteristiche di biocompatibilità a una resa visiva in grado non solo di armonizzarsi con l’insieme, ma di imprimervi la nota più alta. Compito assolto egregiamente.

__________________________________________________________

Il pavimento in legno

Serie: Boschi di Fiemme
Essenza: Platino
Scelta: Variegato
Lavorazione: Spazzolato
Trattamento: Oliato Fiemme 3000 BioPlus
Info: www.fiemme3000.it

Interni su misura

A Milano, nel cuore del quartiere Isola, un appartamento luminoso e moderno che trova il giusto equilibrio tra tradizione e contemporaneità.

L’architetto Giuliana Romano ha eseguito la completa ristrutturazione di questo vivace appartamento ubicato nel cuore del quartiere Isola di Milano, uno delle zone più suggestive e alla moda della città.

Un palazzo storico, un appartamento di poco più ottanta metri quadrati con affaccio su due delle vie più caratteristiche del quartiere, impreziosito da due particolari bow window.

L’architetto ha lavorato con il sostegno e il vivace stimolo della committente, una professionista eclettica e sensibile all’espressione artistica. La distribuzione originaria degli spazi è stata totalmente ridisegnata con l’utilizzo di arredo fisso funzionale (un’originale libreria in legno e delle pareti in cartongesso) che ne ha facilitato la trasformazione subito dopo il termine dei lavori, quando è stata ricavata una cameretta nell’area living.

Fiore all’occhiello e vero e proprio cuore pulsante dell’appartamento è un’ampia zona giorno open space con cucina a vista. A renderla particolarmente calda è soprattutto la presenza del legno, usato sia come materiale di costruzione di mobili su misura, sia come parquet.

Il parquet originario (una spina di pesce dei primi del novecento posata con fascia e bindello) è stato implementato con listoni in rovere e cornici in olmo successivamente levigato e lucidato.

Nel complesso, l’accostamento dei pavimenti di legno, la cucina in acciaio inox, la credenza della nonna e le opere artistiche della giovane artista Roberta Bertazzini restituiscono un ambiente accogliente e sorprendente, in perfetto equilibrio tra tradizione e contemporaneità.

_________________________________________________________

L’architetto Giuliana Romano

”“Considero la mia professione una sintesi di passione e impegno, nella quale amo coniugare estetica e funzionalità, visone d’insieme e attenzione per il dettaglio. Dopo la maturità scientifica ho conseguito la Laurea in Architettura presso il Politecnico di Torino nel 1995. Ho scelto fin da subito di dedicarmi alla libera professione impegnandomi presso gli studi degli architetti Paolo Bovo a Saluzzo e Sebastiano Morana a Torino dove ho potuto fare le mie prime esperienze lavorative ed acquisire nel contempo l’abilitazione professionale. I primi anni di attività li ho dedicati, in collaborazione con Sergio Biancofiore, a interventi di edilizia residenziale di modesta entità e lavorando, con l’amico e collega Giuseppe Mento, alla realizzazione di interventi commerciali sul territorio piemontese: centri commerciali a Borgomanero, Galliate, Rivalta di Torino, Valenza, Collegno… Dal 2008 offro la mia consulenza in operazioni di sviluppo immobiliare a carattere commerciale per la società Novacoop. Oggi, con il supporto tecnico e professionale di validi collaboratori, come Giulia Correndo, Valentina Troina e Fabio Marcon, mi dedico con passione ad offrire la mia consulenza nella progettazione e nella realizzazione di interventi edilizi in Piemonte e Lombardia”.

www.romanoarchitetti.com

Lo chalet è glamour

Più design che folklore. A Kitzbühel, sotto le travi a vista di una vecchia baita tirolese, spuntano pezzi d’arredo dal design pulito e lineare e un pavimento in legno “prezioso”.

Kitzbühel, leggendaria città sportiva delle Alpi, patria della mitica gara dell’Hahnenkamm, sprigiona un fascino tutto particolare con le sue case colorate, le stradine ricche di negozi, il museo dei fiori… E naturalmente le piste da sci.

Proprio qui, nel cuore del Tirolo, esattamente un anno fa è stata ristrutturato un affascinante chalet su due piani.

La sua ampia metratura ha fatto sì che il deisgner d’interni, Thomas Brunauer, potesse giocare con l’arredamento, associando elementi sostanzialmente moderni a a un ambiente più classico, tipico delle case di montagna.

Tutti i mobili sono stati scelti con cura: l’importante tavolo in legno massiccio, la cucina su misura (sempre in legno), la panca, il divano e le poltroncine (tutti ricoperti di stoffa color ecru, come i tendaggi), la parete attrezzata e la cassettiera, anch’esse realizzate su misura.

Le ampie finestre (davvero tantissime) con vista sui prati circostanti fanno sì che l’ambiente sia caldo e luminoso: il rifugio perfetto per chi cerca una via di fuga dalla città.

Il legno merita un discorso a parte. Vero protagonista della ristrutturazione, lo ritroviamo nelle travi a vista, nei mobili nel pavimento e nella scala. Il parquet (125 metri quadrati) è molto particolare: una bellissima plancia in rovere piallato a mano, con spazzolatura marcata e bisellatura su 4 lati per un effetto rustico e moderno al tempo stesso.

__________________________________________________________

Lo chalet

Paese: Austria
Località: Kitzbühel
Tipologia: casa privata
Anno ristrutturazione: 2017
Interior designer: Thomas Brunauer (
www.found.co.at)
Rivenditore, installatore pavimento e scala: Woodpark
Pavimento in legno: Boen Chaletino, Rovere Vintage White, piallato a mano, spazzolatura marcata, bisellatura su 4 lati, finitura olio Live Natural (20 x 300 x 2750 mm)

 

About Boen

Boen si colloca oggi tra i produttori di parquet multistrato più grandi e moderni del mondo. La casa affonda le sue radici in Norvegia, dove oggi opera il management aziendale, i siti produttivi sono collocati in Russia, Lituania e Svizzera.

Boen ha uffici in Norvegia, Germania, Lituania, UK, USA e può contare su importanti partner nel mondo, i suoi prodotti sono venduti in oltre 50 paesi e in quattro continenti.

boen.com/it

L’eleganza delle cose semplici

Una casa moderna, i cui interni sono caratterizzati dal calore e dalla personalità del pavimento in noce.

Un attico in provincia di Treviso dotato di terrazzamento panoramico, un intervento di interior essenziale e elegante dove il compito principale dei progettisti è stato interpretare le esigenze della committenza per ottenere uno spazio accogliente ed elegante, i cui interni sono essenziali nella loro pulizia formale.

In quest’abitazione nulla è casuale, tutto è pensato per offrire la massima resa, il massimo comfort. Di grande impatto l’isola centrale con il camino, scultorea, così come il tavolo da pranzo rettangolare.

Al bianco ottico di pareti e complementi – che si alterna all’acciaio in qualche occasione – fanno da contraltare, cromatico e materico, i pavimenti in legno di noce, dalle calde sfumature miele.

Trait d’union per tutta la casa, il rivestimento ha l’onere di raccordare visivamente gli ambienti, mantenendo quel mood rustico, caldo. Le sue sfumature naturali riscaldano l’ambiente e il contrasto con l’arredamento moderno contribuisce a creare un’atmosfera raffinata. La larghezza delle tavole crea infine un movimento che dona alle stanze maggiore profondità.

Il risultato è un ambiente semplice, ma allo stesso tempo elegante.

Il parquet

Master Floor di Garbelotto è una linea di parquet prefiniti a 2 strati con uno spessore di 14 o 16 mm, di cui 4-6 mm di legno nobile. Per i pavimenti di questo attico è stato posato il prefinito Master Floor nel modello Big Old noce nazionale verniciato effetto cera.

Come tutti i pavimenti in legno di Garbelotto, questa linea è adatta alla bioedilizia, in classe E1 per l’emissione di formaldeide, al 100% made in Italy e, a richiesta, certificabile FSC.

www.garbelotto.it

La storia si ripete

Inaugurato nella primavera 2018 nel cuore della capitale inglese, l’Hotel Indigo London è un tempio art déco di vetro, marmo e legno. Legno biocompatibile di Fiemme 3000, scelto per tutti i pavimenti dei 9 piani della struttura, dallo studio Michaelis Boyd, responsabile del progetto.

Il disegno distintivo dell’Hotel Indigo cattura il fascino della scena teatrale di Londra e l’energia degli anni ’30, quando la struttura conosciuta come 1 Leicester Square aprì nello stesso luogo.

Lo spazio è stato completamente rivisitato per raccontare “la storia di quartiere“, riflettendo l’heritage dell’edificio in omaggio al lascito cinematografico e teatrale dell’area. Michaelis Boyd ha disegnato, con stile giocoso ed elegante, le camere degli ospiti, il rooftop bar e il ristorante panoramico.

Nelle 95 stanze da letto – che vedono anche l’uso di boiserie a mezza altezza per il rivestimento delle pareti – negli spazi comuni, fino al meraviglioso ristorante, sono stati posati 3.000 metri quadrati di Rovere senza nodi della collezione Fuoriserie di Fiemme 3000. Una varietà realizzata su misura dalla casa trentina, caratterizzata dalle ricche e profonde sfumature bruno-porpora e dalla superficie perfettamente levigata e priva d’imperfezioni.

La scelta di Fiemme 3000 è stata dettata dalle esigenze di qualità e di salubrità degli spazi, e anche di resa estetica e di coerenza con il progetto d’interni, che sin dalla fase d’ideazione prevedeva la scelta di pavimenti capaci di richiamare i palcoscenici teatrali.

A occuparsi dello sviluppo e della fase operativa della collaborazione con Fiemme 3000 sul territorio, Casa Fiemme London e il titolare Marco Pacitti.

Nel quartiere dove ogni angolo diventa palcoscenico, anche l’Hotel Indigo, glamorous, audace e teatrale, con vista spettacolare sui tetti della città, si trasforma così nella quinta scenografica perfetta per uno spettacolo tutto da inventare e da vivere.

________________________________________________________________

Michaelis Boyd

Michaelis Boyd é uno studio internazionale di architettura con sedi a Londra e New York. Fondato nel 1995 da Alex Michaelis e Tim Boyd, ha costruito la propria reputazione grazie a un’architettura e un interior design pluripremiati, a un approccio fortemente incentrato sul design, orientato a materiali e tecniche di costruzione sostenibili e alla consapevolezza ambientale. Il portfolio vanta progetti residenziali e commerciali di alto livello per clienti nel Regno Unito e in tutto il mondo, costruzione di nuovi siti urbani e ristrutturazione di palazzi del patrimonio inglese, hotel di lusso, resort, club privati, ristoranti e bar. Recentemente, Michaelis Boyd ha progettato cinque nuovi residence nel prestigioso Sugar Beach Club a Santa Lucia; 120 Elgin Crescent, un’abitazione privata a Notting Hill; Clubhouse by ZO., un concept di co-working, wellness e lifestyle nel Rockefeller Centre, a New York; e il RYSE Hotel a Hongdae, Seoul.

On air

Uno stile scandinavo, pulito, ma accogliente. Tanto bianco, tanto legno. Un appartamento sobrio e solare al tempo stesso, come i padroni di casa. Intervista con sorpresa.

È il “buen retiro” dannunziano, il rifugio degli amanti, ma anche un nido appartato, lontano dalle preoccupazioni quotidiane, dove rilassarsi in compagnia degli amici. È una casa moderna, sobria, ma accogliente. Uno spazio pieno di luce, tutto giocato sui toni del bianco, del tortora, dell’azzurro e del miele, il colore del legno, il vero leit motiv dell’appartamento, che si trova all’ultimo piano di una bella palazzina degli anni cinquanta affacciata sul nuovo skyline del quartiere milanese Isola, dove svettano la guglia della Torre Unicredit e i grattacieli del Bosco verticale (la vista è mozzafiato, soprattutto di sera).

Pochi, selezionati, gli elementi d’arredo. Gli oggetti di design, i soprammobili, i tessili hanno un peso specifico importante per i padroni di casa, che li hanno scelti con cura: la lampada Arco di Castiglioni, i tavolini in marmo, il radiofonografo Brionvega RR 126. E poi i riferimenti musicali e alla pop art.

Jamie e Ross – i famosi padroni di casa di cui sopra – sono dei veri e propri “maniaci” del dettaglio. L’aggettivo famoso non è poi così casuale: Ross è Rosario Pellecchia, una delle voci più note della radio, conduttore insieme a Tony Severo della fortunata trasmissione 105 Friends, ma anche cantante e autore per i Flabby, giornalista, presentatore. Jamie è la sua compagna, una giovane donna che, a dispetto dello sguardo sognante e sbarazzino, lavora presso un “serio” studio di commercialisti, per il quale si occupa di amministrazione del personale.

Li ho intervistati una sera, nello spazio di un aperitivo, una serata davvero piacevole, come piacevoli sono stati gli ospiti: due persone solari, ironiche, gioviali e molto affiatate.

La casa fotorgafata in queste pagine l’hanno appena ristrutturata insieme, “in sei mesi di duro lavoro”, come mi hanno raccontato sorridendo, un lasso di tempo dove non sono mancati i contrattempi e i momenti divertenti. Uno su tutti? “Le vibrazioni hanno fatto cadere un vaso che ha spaccato il bidet della signora del piano di sotto – ci racconta Jamie. Ma adesso siamo diventati amici!”.

Come è nata la decisione di metter su casa insieme?

Ross: Poco poco esserci conosciuti (peraltro in un modo molto strano, si sono conosciuti su Twitter, il Cupido è stato Cesare Cremonini, nda). È stato molto naturale desiderare un posto “nostro”.

Avete fatto tutto da soli o siete stati aiutati?

Jamie: Siamo stati “aiutatissimi” da quei geni dello studio Storage Associati, di Milano. Volevamo una casa bella, moderna e sobria. L’indicazione estetica era verso uno stile scandinavo e i ragazzi sono stati bravissimi nell’assecondarla, aggiungendo il loro tocco e una serie di idee letteralmente illuminanti.

Vi è capitato di discutere tra di voi su una scelta?

Ross: Sembrerà melenso, ma abbiamo scelto davvero tutto insieme. Abbiamo discusso una volta sola, sul mobile del nostro bagno.

Deformazione professionale: perché il legno (qui ne vedo davvero tanto)?

Jamie: Perché è caldo, vivo, naturale. Quando entri in casa è lì che ti aspetta per abbracciarti.

Cosa cambiereste di casa vostra?

Ross: Il rubinetto della cucina.
Jamie: Il tavolo della sala, con un piano in marmo bianco. Non perché non mi piaccia, ma perché è molto delicato… e appena lo tocco nel modo sbagliato Ross diventa matto (ride, nda).

Vi definireste casalinghi?

Ross: Da quando abitiamo in questa casa un po’ più di prima.

Per chiudere, casa per voi è?

Ross e Jamie: Nido, buen retiro ma anche posto dove accogliere gli amici (lo facciamo spessissimo).

I padroni di casa: Jamie e Ross

Nome
Lei: Jamie Nadal | Lui: Rosario Pellecchia

Età
Lei: 29| Lui: 47

Colore
Lei: Bianco | Lui: Blu

Un aggettivo per descriverti
Lei: Equilibrata | Lui: Simpatico (anche modesto, a quanto pare)

Un oggetto al quale sei particolarmente affezionato
Lei: Un paio di orecchini eleganti e luminosi che mi ha regalato mia madre | Lui: I miei orologi. Sono un collezionista

Il pezzo di design in cima alla tua top ten
Lei: Sedia a dondolo Eames RAR | Lui: Lampada Arco di Flos, design Castiglioni

La città dove vivresti fuori dall’Italia
Loro: New York

Rosario “Ross” Pellecchia

Ross Pellecchia è un professionista della comunicazione a 360 gradi. Conduttore radiofonico tra i più affermati in Italia, approda appena diciassettenne a Radio Kiss Kiss, dove idea e conduce trasmissioni di grande successo, come “A tutti coloro“, con Francesco Paolantoni, che vince il Telegatto 1992 come “Programma comico dell’anno“. Nel 1996 si trasferisce a Milano, chiamato dall’emittente più importante in Italia, Radio 105. Nel 2001 è inviato a New York, dove per un anno conduce un fortunato programma quotidiano dal titolo 105 New York.

Rientrato in Italia inizia 105 Friends, trasmissione del mattino che lo vede tuttora impegnato in coppia con Tony Severo ogni giorno alle 10 e che risulta la più ascoltata in Italia tra le 10 e le 12. Nel suo show in questi anni sono passati praticamente tutti: da Jovanotti a Vasco Rossi, da Renzi a Berlusconi, da David Bowie a Sting, dagli Oasis ai Coldplay.

Giornalista per Rockstar, Tutto Musica e Maxim, dal 1997 è impegnato in prima persona in un progetto musicale, i Flabby (per i quali è cantante e autore dei testi), con i quali ha pubblicato 5 dischi, usciti, oltre che in Italia, in circa 30 nazioni in giro per il mondo.

Il legno e gli arredi su misura: Slow Wood

La naturalezza del pavimento in rovere non si ferma al pavimento, ma conquista tutto l’appartamento, sale per tutta la parete principale del soggiorno. Diventa una piattaforma scorrevole che si muove in solitaria o in coppia con un altro pannello laccato azzurro, per nascondere all’occorrenza il contenuto della libreria, creando continuo movimento nello spazio.

Nella zone notte, per la realizzazione del mobile contenitore in rovere, in continuità materica con gli interni caldi e nobili dell’appartamento, è stata necessaria una lavorazione finemente studiata per garantire una perfetta continuità di texture. L’esperienza che ne risulta nell’aprire e chiudere il mobile è particolarmente piacevole grazie al contatto diretto col massello, che non annoia né l’occhio né la mano del cliente.

www.slowwood.net

I progettisti: Storage Associati

Nel 2001 Barbara Ghidoni, Marco Donati e Michele Pasini fondano il laboratorio creativo Storage. Storage non si occupa solo di “questioni architettoniche classiche“, ma gestisce anche progetti di interior design per negozi, showroom e numerosi marchi di moda.

www.storageassociati.com

La top 10 di Rosario Pellecchia

1. Prince, Sign of the times
2. Beatles, Michelle
3. Marvin Gaye, What’s going on
4. Massive Attack, Unfinished Simpathy
5. Miles Davis, So what
6. Bjork, Yoga
7. Oasis, Wonderwall
8. Coldplay, Trouble
9. Chet Baker, My funny Valentine
10. Joe Smooth, Promised Land

IN VETRINA
Promonwood Plus, il nuovo battiscopa di De Checchi Luciano

La nuova linea Promonwood Plus di De Checchi Luciano propone un battiscopa con supporto in multistrato pregiato di betulla rivestito con carte stampate digitalmente e verniciate con protezione “hot coating” ad alta resistenza ed effetto poro legno.

Tra i principali punti di forza della soluzione si segnalano:

  • supporto pregiato in multistrato di betulla;
  • incollaggio poliuretanico contro sbalzi termici;
  • rivestimento della parte posteriore contro l’umidità;
  • stampa digitale con più 30 decori con possibilità di personalizzazione;
  • effetto poro legno;
  • resistenza all’abrasione e agli impatti;
  • made in Italy.

Per gli amanti dell’industrial, è disponibile anche una variante Cemento 45 verniciata opaca in 10 tonalità di cemento, sagoma moderna 45×13 mm quadrata e altre numerose possibilità di personalizzazione.

Woodco Dream: spine da sogno

Due grandi classici delle geometrie di posa, la spina italiana e quella ungherese, entrano a far parte della proposta Dream di Woodco: 27 diverse colorazioni per offrire a tutti la possibilità di realizzare il pavimento dei propri sogni.

La geometria di posa di un parquet, cioè il disegno formato dall’accostamento dei listelli che lo compongono, contribuisce in maniera determinante a connotare lo stile di uno spazio abitativo. Con la sua intramontabile eleganza, la spina non solo modifica la percezione ottica degli ambienti, ma è anche in grado di trasformarli in un luogo suggestivo e ricco di narrazione.

Con Dream, Woodco ha scelto di interpretare il lato più contemporaneo delle spine: Cumino, Origano, Cognac, Fieno, Canapa e Vaniglia sono solo alcune delle 27 sfumature di Rovere disponibili, realizzabili sia nel formato spina ungherese (590×90 mm) sia nel formato spina italiana (490×70 e 600×90 mm).

Spina italiana 70 e 90: dinamismi ricercati dall’alto potenziale decorativo

Conosciuta anche come “spina di pesce”, la spina italiana è composta da elementi rettangolari di uguali dimensioni che vengono disposti a 90° tra di loro, in modo che la testa del primo elemento si affianchi al lato del secondo. L’accostamento dei moduli non solo ingrandisce la percezione ottica dello spazio, ma conferisce anche agli ambienti un’atmosfera sofisticata e allo stesso tempo accogliente.

Spina ungherese 52: un disegno più arioso per interni avvolgenti

Utilizzata in passato nei palazzi storici e nelle residenze più prestigiose, tra cui la reggia di Versailles, la spina ungherese è formata da listelli i cui lati corti vengono solitamente tagliati con un’inclinazione che va dai 45 ai 60 gradi. All’interno della collezione Dream, Woodco propone un’angolazione di 52 gradi, che stempera il senso di accentuata direzionalità della geometria di posa attraverso un disegno più arioso e disteso.

Parquet: il design è servito!

Sotto i riflettori

Nella foto: Fabbrica 4.0 fa dell’industriale massello una sintesi interpretativa della contemporaneità, per renderlo un pavimento pronto posa di matrice green. Lo speciale trattamento HC “high care Corà”, con particelle agli ioni d’argento, crea una barriera naturale contro lo sporco (spessore 15 mm x lunghezza 480 mm x larghezza 240 mm, tassello e tavola).

www.coraparquet.it

Rovere Fossile

Stile presenta, nella sua collezione LAB, il Rovere Fossile, proposto in larghezze multiple e finito con Bona Naturale UV. Un materiale unico e prezioso che si forma quando il tronco di un albero è stato sepolto dal fango e ricoperto dai vari sedimenti per secoli, condizioni che danno inizio al processo di fossilizzazione: nel tempo i minerali presenti nel suolo vanno in parte a sostituire quelli presenti nel legno donandogli una diversa gamma di colori. La provenienza (Slavonia) e l’autenticità del materiale sono controllate e certificate.

www.stile.com

Spina per esagono

La spina per esagono è il nuovo formato Woodco che permette di accendere gli spazi con dinamismi prospettici e cromie intense, regalando ai progetti d’interni un’inedita tridimensionalità. Ogni singolo esagono viene realizzato unendo tre diversi piccoli listelli a forma di spina (200 x 228 mm): l’accostamento dei moduli conferisce movimento alla superficie, trasformandola in un palcoscenico sfaccettato e cangiante. Disponibile in 31 diverse colorazioni e con diverse lavorazioni di superficie. Nella foto: collezione Signature, parquet Rovere Terra d’Ombra, superficie spazzolata, rifinita con vernice opaca.

www.woodco.it

Perigal

Perigal è un originale pavimento in legno che trae ispirazione da questo celebre teorema e dalla sua geniale rappresentazione geometrica. E che trova nuova linfa vitale da un’inconsueta unione di saperi. È infatti il felice risultato dell’incontro tra il ricco patrimonio di conoscenza del legno di Listone Giordano e l’inconfondibile cifra stilistica di Paola Lenti. Il legno abbraccia il mondo del tessuto dalle caratteristiche inimitabili, modificando il suo aspetto tradizionale per assumere una nuova personalità e un nuovo carattere. I moduli che costituiscono la superficie danno vita a “tappeti“, inserti e palcoscenici su cui creare singolari progetti di arredo. Il colore in foto è Grafite

www.listonegiordano.com

Scritto a mano

Biocompatibile, autentica, artigianale. È la nuova proposta che Fiemme 3000 presenta in occasione della Milano Design Week 2019, un’opera Scritta a Mano dalle Mani di Fiemme, con una Piuma che lascia il suo segno su una Pergamena. Un omaggio ad antiche tecniche di lavorazione, attualizzate grazie al supporto di tecnologie moderne, e a un materiale che sa reinventarsi naturalmente restando autentico, perché Scritto a Mano dalle Mani di Fiemme 3000, attraverso una Piuma che lascia il suo segno su una Pergamena, che ha attinto la sua essenza da un Calamaio. Tre proposte di roveri per pavimenti, rivestimenti e arredamenti biocompatibili, dalle differenti sfumature cromatiche, realizzati artigianalmente bisellando a mano gli spigoli di ogni tavola per portare in superficie il vissuto, i solchi, le fenditure e le linee voluttuose del legno naturale.

www.fiemme3000.it

Quadrotta Stockholm

Dalla nuova collezione Berti di quadrotte prefinite intitolata Square Space, il modello Stockholm è un modulo creativo di dimensioni 60 x 60 cm, composto da Rovere, Teak e un dettaglio di resina rossa che esprime eleganza, modernità e armonia.

www.berti.net

Spina di pesce Click

In stretta collaborazione con il partner Valinge, Boen propone Spina di pesce Click, un pavimento a spina che è la soluzione perfetta per il professionista che non può rinunciare alla qualità e alla praticità di posa (flottante o incollata). Plancia 3 strati con incastro click 5G, i pavimenti posati a spina di pesce hanno tutto il fascino della spina, un classico senza tempo che non passerà mai di moda. Spessore 14 mm, larghezza 138 mm, lunghezza 690 mm.

www.boen.com

Forme

Un’idea di pavimentazione sviluppata da Friulparchet in collaborazione con EMFA Studio. Questo innovativo disegno geometrico rivisita il consueto modulo di parquet secondo una nuova linea che si accosta alle forme naturali. Come in un tessuto cellulare si genera una modularità che allo sguardo non si propone mai uguale a se stessa. Forme è disponibile in qualsiasi specie legnosa, finitura e colorazione.

www.friulparchet.it

Ponte Vecchio

Il sapore di una plancia in rovere sottoposto a un leggero trattamento a calore. La rusticatura che mette in risalto i nodi, portandoli in rilievo. Il trattamento a olio bianco. Questo è Ponte Vecchio di Parkemo, un parquet dal gusto morbido, che evoca atmosfere suggestive. Proposto nelle colorazioni Basic, Chiaro, Scuro, Ghiaccio e Terra, il Rovere Ponte Vecchio di Parkemo è la novità dentro la tradizione.

www.parkemo.it

Veins

Bruno Parquet festeggia 90 anni di attività con un progetto dedicato al mondo del design. Veins è una linea di parquet prefiniti nelle essenze più prestigiose, caratterizzati da lavorazioni superficiali materiche che esaltano la morbidezza e l’aspetto naturale delle venature del legno. Una collezione sartoriale “ad alto tasso di sensorialità“, che soddisfa ogni gusto e ogni esigenza abitativa. La finitura Legnoaria+, a olio naturale VOC free, fa della nuova collezione la risposta ideale alle esigenti richieste in tema di green building e benessere della persona. Nella foto: B.Trendy, Noce Europeo consumato a mano LegnoAria+.

www.brunoparquet.it

Spina Barrique

La collezione Spine di Alma by Giorio, proposta in differenti finiture e formati, offre diversi design di posa e permette di realizzare soluzioni adatte a molteplici stili architettonici. Nella foto la proposta Barrique, caratterizzata da una superficie non levigata, che esalta le naturali peculiarità del legno, e dai nodi in rilievo, riparati con stucco calante. La superficie spazzolata, irregolare, non planare, conferisce al parquet una forte personalità.

almafloor.it

Home Sweet Home

Con la parola “casa” definiamo il luogo dove si decide di vivere, dove costruire una famiglia. Questa forma iconica è l’elemento base del pattern Home Sweet Home. Pavimento e rivestimento a parete in Rovere Europeo disegnato da Yiannis Ghikas, è bisellato su tutti i lati e ha dimensioni: 14 x 200 x 300 mm

www.menottispecchia.it

Da Capo Collection Reclaimed

Le collezioni con design vintage Da Capo (in plancia e 2 strip) si arricchiscono di tre prodotti: Rovere Ritorno (nell’immagine), Rovere Indietro e Rovere Anziano. Questi articoli costituiscono la nuova Da Capo Collection Reclaimed. Si tratta sempre di pavimenti con estetica vissuta, ma a 3 strip. L’estetica questa volta è disomogenea – tutti i listoncini hanno lunghezza e larghezza differente – che crea movimento e dà un aspetto assolutamente innovativo al pavimento e, perché no, anche alle pareti.

www.kahrs.com

Bamboo Elegance

Bamboo Elegance è il decking senza tempo di Ravaioli Legnami che può essere utilizzato per le pavimentazioni, i rivestimenti in esterno, in progetti residenziali e pubblici. Si tratta di un prodotto di eccezionale durezza e stabilità dimensionale con una particolare finitura che gli conferisce un effetto naturalmente invecchiato. L’elevata qualità di Bamboo Elegance è ottenuta grazie al trattamento termico brevettato ad alta densità Thermo-Density, dal quale si ottiene un materiale non soggetto a fenomeni di torsione, altamente resistente agli agenti atmosferici e al fuoco (Bfl-S1); inoltre la finitura a cui è sottoposto conferisce al prodotto un effetto naturalmente invecchiato che lo protegge dalle macchie ed evita la necessità di manutenzione.

www.ravaiolilegnami.com

Grigio H2O

Per gli amanti dello stile “urban minimal“, Domoveneta propone – dalla collezione Advance, tavole in Rovere spazzolate – la particolare finitura Grigio H2O. Disponibile anche su esagoni e spine, questa colorazione morbida e contemporanea conferisce agli ambienti un’atmosfere industrial molto particolare ed elegante.

www.domoveneta.it

Creator

Adatta a tutti gli ambienti che si vogliono distinguere, la linea Creator si arricchisce di nuovi intarsi e disegni senza tempo, per un pavimento che non passa mai di moda. La qualità del prodotto è garantita dall’esperienza degli artigiani Garbelotto che, come un tempo, compongono a mano ciascun riquadro. Tutto viene poi predisposto per permettere una posa facile e un effetto spettacolare.

www.garbelotto.it

Mapei, nuove soluzioni per la posa nel segno della sostenibilità

Mapei (www.mapei.com) presenta i nuovi adesivi sililati Ultrabond per la posa di qualsiasi tipologia di pavimento in legno, senza alcuna distinzione di formato o di sottofondo.

A dimostrazione del forte impegno di Mapei in tema di sostenibilità, l’intera gamma è conforme alle norme europee 14293 (Soft e Hard) e ISO (Hard e Hard-elastic).

Tutti gli adesivi sililati Mapei sono esenti da acqua, solventi, ammine e resine epossidiche. Inoltre, vantano un’esigua emissione di sostanze organiche volatili (Emicode EC1 RPlus). Scopriamoli più nel dettaglio.

Ultrabond Eco S958 1K

E’ l’adesivo a base di polimeri sililati monocomponente hard-elastic, in accordo con lo standard ISO 17178, per la posa di parquet solido e prefinito di qualunque specie legnosa e formato, e su ogni varietà di sottofondo, massetti riscaldanti inclusi.

Ultrabond Eco S Lite

Si tratta di un innovativo adesivo monocomponente alleggerito a base di polimeri sililati con un peso specifico molto ridotto, in grado di permettere un consumo di prodotto più basso per mq. Durante il suo impigo l’applicatore movimenterà una confezione che pesa circa il 40% in meno rispetto ai packaging tradizionali.

Ultrabond Eco S Plus

Questo esclusivo adesivo monocomponente a base di polimeri sililati si caratterizza per la totale assenza di emissione di metanolo, a tutela della salute del posatore e dell’ambiente. Come per gli altri adesivi sililati Mapei, Ultrabond Eco S Plus risponde alle severe restrizioni degli enti certificatori tedeschi, posizionandosi rigorosamente sotto i limiti da esse imposti. Con il nuovo adesivo Ultrabond Eco S Plus, Mapei anticipa ancora una volta le regolamentazioni in materia di emissioni.

Ultracoat Oil Color

Infine, tra le altre proposte, Mapei ha recentemente lanciato la finitura a olio uretanico a basso odore Ultracoat Oil Color per la colorazione dei pavimenti in legno. Ultracoat Oil Color è sovraverniciabile con le finiture bicomponenti della linea Ultracoat, vernici all’acqua 100% poliuretaniche non ingiallenti che assicurano una protezione superficiale e una lunga durabilità nel tempo, per uso civile, commerciale e a medio e intenso traffico.

Le novità Fiemme 3000 per la Milano Design Week 2019

Biocompatibile, autentica, artigianale. È la nuova proposta per pavimenti, rivestimenti e arredamenti in legno biocompatibili che Fiemme 3000 porterà a Milano in occasione della Design Week 2019.

Un’opera Scritta a Mano dalle Mani di Fiemme, con una Piuma che lascia il suo segno su una Pergamena, che ha attinto la sua essenza da un Calamaio.

Dedicata agli amanti del legno, ispirata alla tradizione e alla carica emozionale espressa da questo materiale, esaltata dal lavoro minuzioso degli artigiani fiemmesi: è la nuova collezione Mani di Fiemme di Fiemme 3000. Con i roveri Piuma, Pergamena, Calamaio e la finitura Scritto a Mano, sarà presentata in occasione della Milano Design Week 2019 (9-14 aprile).

Tre proposte di roveri per pavimenti, rivestimenti e arredamenti biocompatibili, dalle differenti sfumature cromatiche, realizzati artigianalmente bisellando a mano gli spigoli di ogni tavola per portare in superficie il vissuto, i solchi, le fenditure e le linee voluttuose del legno naturale. Come un manoscritto che torna alla luce dopo un minuzioso restauro.

“Do you feel wood?” @ Brera Design District

Durante la settimana del design meneghina, all’interno del flagship store di Fiemme 3000 (Fiemme Store Milano, via Lanza, 4) dal 9 al 14 aprile sarà allestito il percorso multisensoriale “Do you feel wood? Touch. Sound. Smell. Shape”. Immersi in luci soffuse, gli ospiti potranno ascoltare, accarezzare, guardare e annusare la vera essenza del legno, il suo profumo benefico, i dettagli materici, il suono naturale e la sostanza viva di questo materiale trasformato nelle nuove proposte della casa trentina.

La collezione Mani di Fiemme

Una nuova serie dalla personalità forte e distintiva, modellata da mani autentiche che lavorano nel rispetto della natura in cui sono cresciute. Mani robuste quanto il legno, ma sempre agili e delicate quando mutano questa materia prima in un’opera unica.

La finitura Scritto a mano

Una lavorazione lunga e meticolosa, depositaria di un sapere artigianale oggi rivisitato, che consuma le parti più tenere della superficie del legno: nodi e venature più dure emergono con chiarezza, lasciando scoprire un disegno unico su ciascuna tavola.

Piuma

Leggero come una piuma che scorre sul foglio, questo rovere ha morbidi riflessi che virano verso il nocciola rosato e delicate cromie e sbiancature che vengono esaltate dalla lavorazione profonda.

Pergamena

Da scoprire come un antico tesoro sigillato dalla ceralacca, Pergamena è un rovere ricco, materico, ancestrale, acceso nella sua dorata luminosità dall’oliatura neutra ed esaltato dalla lavorazione decisa, che evidenzia le sfumature di biondo ambrato, insieme ai piccoli nodi castani.

Calamaio

Diffonde intensi riverberi marroni e rosso acceso. Le venature, i nodi e gli intrecci si uniscono alla lavorazione marcata per restituire una storia fatta di calore e accoglienza.

Buoni oltre che belli – Indoor Air Quality

Come dimostrato dal CNR-Ivalsa, il maggiore istituto di ricerca italiano nel settore foresta-legno, i prodotti Fiemme 3000, oltre a essere totalmente privi di sostanze nocive, emettono VOC (Volatile Organic Compounds) dagli effetti benefici, positivi e verificati sulla salute.

Origine, struttura e trattamento dei legni Fiemme 3000

Fiemme 3000 utilizza esclusivamente legno proveniente da foreste certificate PEFC e FSC.

I pavimenti Fiemme 3000 sono realizzati a partire da una struttura a tre strati incrociati di legno massello: lo strato nobile, il retro (selezionati con caratteristiche tecniche equivalenti, vengono sottoposti a processi di stabilizzazione della durata di alcune settimane) e l’anima centrale, in legno di abete, lavorata e posizionata ortogonalmente in “vertical line”. È questa particolare struttura a garantire il massimo della stabilità dimensionale, della capacità di flessione e della resistenza alla torsione e all’imbarcamento in tutti i pavimenti, rivestimenti e arredamenti firmati Fiemme 3000.

Per proteggere il legno e farlo durare nel tempo la divisione ricerca e sviluppo ha ideato Fiemme 3000 Bio Plus: un trattamento frutto di un processo di lavorazione di 24 ore, articolato in 6 fasi, che miscela oltre 50 sostanze vegetali e minerali. Una soluzione che nutre in profondità il legno, senza occluderne i pori e ripristinandone le naturali capacità auto-protettive.

Un mondo di possibilità con la stampa digitale di Pedross

Pedross amplia e modernizza la sua gamma di prodotti ed entra nella produzione in serie con la stampa digitale diretta su battiscopa e profili.

Grazie allo speciale inchiostro che si indurisce ai raggi UV, è possibile riprodurre una varietà infinita di motivi caratterizzati da grandiosi effetti ottici e singolari effetti tattili.

Design straordinari e innumerevoli altre idee e motivi individuali vengono realizzati direttamente su diversi materiali di supporto – completamente senza pellicola da stampa digitale. Seguendo il motto “Saving the forest with every print!”, trovano così il loro posto direttamente su supporti come abete, MDF o PVC anche legni esclusivi e protetti.

L’innovativa (e intensamente testata) tecnologia è stata sviluppata in esclusiva per Pedross.

Woodco Ground: il fascino della natura

Superfici dal profondo sapore materico, caratterizzate da nodi e spaccature stuccate a filo e da finiture naturali che esaltano la vera essenza del legno: questi sono i tratti salienti della nuova collezione Ground di Woodco, in cui sette diverse proposte cromatiche interpretano la forza della natura attraverso le suggestive tonalità della terra, fonte ispiratrice di tutta la collezione.

Suggestioni materiche

Abbiamo scelto di utilizzare il legno nella sua forma più pura – spiega Gian Luca Vialardi, direttore generale Woodcoper dare vita a superfici inedite, sorprendenti ed emozionanti. In Ground i nodi, le crepe e le spaccature diventano veri e propri elementi di interior design, permettendo di progettare spazi dal forte valore narrativo”.

L’intera collezione è formata da tavole di grandi dimensioni (1800/1900×189/190×14 mm) con superficie spazzolata, bisellata sui quattro lati e rifinita con vernice opaca completamente atossica e sicura. Per la realizzazione di alcune proposte cromatiche, il legno è stato inoltre sottoposto a un trattamento fumé, che conferisce alle tavole un colore più bruno consentendo di ottenere tonalità calde e avvolgenti.

Tutta la qualità del Rovere Europeo

Apprezzato in particolar modo per la resistenza e la versatilità, il Rovere Europeo è una delle specie legnose più pregiate per la produzione di pavimenti. Woodco ne esalta la naturalità attraverso finiture ecologiche che non coprono la bellezza intrinseca dell’essenza, ma la arricchiscono con sfumature morbide e delicate. Il risultato è una collezione di parquet materici e autentici che trasformano la potenza nella natura in una vera esperienza sensoriale.