Fisco e Casa: la Guida Ance 2017

Ance ha recentemente messo a punto la nuova versione della sua Guida Fisco e Casa, incentrata sul regime fiscale delle operazioni riguardanti gli immobili abitativi. Strumento operativo di semplice e immediata consultazione, è la riedizione aggiornata della Guida 2016, arricchita con un focus dedicato alla disciplina del nuovo “Sismabonus” ed “Ecobonus” per i condomini, introdotta dal 1° gennaio 2017 e che si applicherà, temporaneamente, sino al 31 dicembre 2021.

La fiscalità immobiliare ha subìto negli ultimi anni continui cambiamenti – spiega nella prefazione alla Guida Giuliano Campana, presidente Ance – tanto da rendere sempre più complicato, sia per l’investitore che per l’impresa, determinare l’esatto costo fiscale di un investimento immobiliare, elemento invece decisivo per qualsiasi scelta di allocazione del risparmio.

Tale considerazione vale non solo per operazioni complesse di sviluppo immobiliare, ma anche per singoli investimenti, in particolar modo nel comparto residenziale, spesso caratterizzati, paradossalmente, da informazioni scarse ed inesatte che possono rappresentare un vero e proprio ostacolo alle scelte di investimento.

Proprio con l’obiettivo di facilitare imprese ed investitori, sia in sede di compravendita che di locazione di abitazioni, l’Ance ha predisposto un vademecum riepilogativo del regime fiscale applicabile, che si propone quale strumento operativo di semplice ed immediata consultazione.

Nella guida, uno specifico capitolo è poi dedicato agli incentivi fiscali ad oggi in vigore, diretti ad agevolare l’acquisto di abitazioni, o il loro recupero e riqualificazione in chiave energetica, che dimostrano l’estrema efficacia di un uso intelligente della leva fiscale, in termini di sostegno al mercato ed alle attività produttive“.

Di ciò l’Ance è profondamente convinta, anche alla luce dei brillanti risultati che, dal 1998, ha ottenuto il bonus Irpef per il recupero delle abitazion, benefici che scadranno il prossimo 31 dicembre 2017.

Ed è proprio su questa positiva esperienza che si fonda l’azione associativa di Ance, diretta ora ad ottenere la stabilizzazione, o comunque una più ampia estensione temporale, delle agevolazioni vigenti, ivi comprese quelle di più recente introduzione (quale, ad esempio, la detrazione del 50% dell’IVA pagata per l’acquisto di abitazioni energetiche), che si ritengono decisive per la ripresa del mercato residenziale.

 

 



Richiedi maggiori informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio