FSC: la parola alle imprese certificate

FSC International conduce ogni due anni la cosiddetta Global Market Survey, uno strumento che permette di avere un miglior quadro sulla percezione dell’organizzazione da parte di realtà certificate e titolari di licenza promozionale. I risultati aiutano FSC a identificare le esigenze degli stakeholder e a monitorare l’evoluzione della certificazione nel tempo.

Nel 2018, più di 4.000 titolari di certificati e 133 titolari di licenze promozionali FSC hanno partecipato a questa ricerca facendo registrare il più alto tasso di partecipazione negli ultimi anni. I risultati della Global Market Survey 2018 mostrano che il livello di soddisfazione è elevato e che l’approvvigionamento e la vendita di prodotti certificati FSC continua a crescere.

La maggior parte delle attività certificate ha dichiarato di ottenere vantaggi commerciali dall’adesione agli standard FSC, soddisfacendo le richieste di clienti attuali e attirando l’interesse di nuovi, mentre i titolari di licenze promozionali sottolineano i vantaggi nella comunicazione della propria politica di sostenibilità.

Queste e altre informazioni contenute nel report sugli impatti della crescita nel mercato globale sono fondamentali per FSC e per tutte le parti interessate. Alcuni elementi relativi allo sviluppo del mercato e ai trend futuri permettono di capire dove la certificazione FSC fa davvero la differenza e dove è possibile migliorare ulteriormente.

La nuova Global Market Survey, assieme alle edizioni 2016 e 2014, è disponibile al seguente link: https://it.fsc.org/it-it/download/fsc-nel-mercato.

Il mercato in Italia

Il campione di aziende italiane certificate FSC analizzato nella survey è di 295 su un totale di 2.291 (12.9%).

Il 56% delle imprese che ha risposto al questionario è certificato dal oltre 5 anni, il 20% da due anni, e rappresentano principalmente i settori della stampa, del packaging e dell’arredo. Il grado di soddisfazione (“Very satisfied” + “Satisfied“) registrato è pari al 79%: tra i principali motivi che hanno spinto alla certificazione vi sono, in primis, le richieste dei clienti (40%); seguono la possibilità di penetrare nuovi mercati (30%) e la scelta in linea con la strategia di responsabilità sociale di impresa (15%).

Con riferimento alle vendite di materiale certificato FSC, il 41% del campione ha registrato una crescita rispetto ai due anni precedenti, mentre il 39% conferma una situazione tutto sommato invariata.

Molto positivo infine il dato sulle intenzioni di rinnovo (94%, era 89% nel 2016). Nessuna società intervistata ha espresso l’intenzione di non rinnovare il certificato alla scadenza, mentre il 6% si è detto ancora indeciso.