Mapei al fianco del Teatro alla Scala per i suoi 240 anni

Nella ricorrenza dei 240 anni dalla fondazione del Teatro alla Scala, Mapei (www.mapei.com) rinnova la partnership che la lega da tempo alla struttura sostenendo la mostra “La Magnifica Fabbrica. 240 anni del Teatro alla Scala da Piermarini a Botta”.

L’esposizione allestita negli spazi del Museo Teatrale e del Ridotto Toscanini ripercorre la storia architettonica del Teatro alla Scala, dall’inaugurazione del Teatro del Piermarini il 3 agosto del 1778, agli interventi di ricostruzione postbellica, alla costruzione dell’Ellisse e della Torre Scenica di Mario Botta nel 2004, alle quali Mapei ha collaborato con la fornitura di prodotti e la sua assistenza tecnica, fino all’ultima tappa di completamento del progetto della “Nuova Scala” con la costruzione della Palazzina Scala che affaccerà su Via Verdi.

La mostra, inaugurata lo scorso lunedì 3 dicembre 2018, rimarrà allestita fino al 30 aprile 2019.

Il legame di Mapei con il Teatro alla Scala nasce dalla ferma convinzione di Rodolfo Squinzi, fondatore del gruppo nel 1937, che “il lavoro non possa mai essere separato dall’arte e dalla passione”. Mapei è abbonato corporate del Teatro dal 1984 e socio fondatore dal 2008.

Nell’ambito dei lavori di ristrutturazione e restauro del Teatro, Mapei è intervenuta fornendo il supporto dei suoi laboratori di ricerca e sviluppo, della sua assistenza tecnica continua in cantiere e dei suoi prodotti e tecnologie.

Negli anni, Mapei ha aderito a diverse iniziative culturali a supporto della ricerca o per beneficienza all’interno del Teatro, tra cui i concerti promossi dalla Fondazione Negri Weizmann per la ricerca contro le malattie, dalla LILT, Lega Italiana per la Lotta ai Tumori, dalla sezione femminile della Croce Rossa Italiana e dalla Fondazione Francesca Rava, che aiuta l’infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo, dalla Fondazione Umberto Veronesi, per la ricerca scientifica e la prevenzione.

A conferma dell’impegno di Mapei in quest’ambito, dal 2016 Giorgio Squinzi, amministratore unico della società, è entrato a far parte del CdA del Teatro alla Scala.