Ancora conferme per la kermesse torinese Restructura

Chiude con numeri positivi la 31esima edizione di Restructura (www.restructura.com), la kermesse nazionale dedicata al recupero, alla ristrutturazione e alla riqualificazione edilizia, che dal 15 al 18 novembre ha animato l’Oval Lingotto di Torino.

Alta l’affluenza di pubblico nel corso dei quattro giorni di manifestazione, che ha visto la presenza di oltre 200 espositori provenienti da tutta Italia e un ricco calendario di appuntamenti: 110 i convegni e corsi di aggiornamento dedicati ai professionisti e 10 i workshop teorici-pratici a cui hanno partecipato operatori del settore e grande pubblico.

Ristrutturazione, efficientamento energetico, sostenibilità ambientale, innovazione in termini di materiali e impianti, sono stati i temi centrali delle quattro giornate di lavoro, con opportunità di confronto e approfondimento, ma anche incontri b2b e seminari.

Restructura 2018 viene premiata anche dall’indagine realizzata su un campione di 250 visitatori: ben la metà ha visitato la manifestazione per la prima volta e il 90% ne è uscito soddisfatto soprattutto per i contenuti proposti e per l’offerta (oltre il 38% degli intervistati ha richiesto un preventivo).

Accolte positivamente le due novità di questa edizione: il “Villaggio della Bioedilizia“, l’area dedicata ai materiali alternativi ed ecocompatibili, e l’area riservata all’innovazione per la casa con protagoniste undici startup italiane. Proprio su questa scia si evidenzia come il 75% del campione di intervistati confermi l’importanza della bioedilizia e del green come tendenza di settore su cui il comparto edile debba orientarsi sul lungo periodo.

I visitatori hanno ribadito poi l’interesse per l’iniziativa “Incontra l’esperto”. Settanta gli appuntamenti gratuiti prenotati con gli specialisti dei diversi settori: l’Agenzia delle Entrate, il Collegio dei Geometri di Torino e Provincia e l’Agenzia CasaClima hanno risposto a dubbi e dato consigli utili in ambito tecnico e burocratico.

Anche quest’anno è stata rafforzata la collaborazione con gli ordini professionali degli ingegneri, degli architetti, dei geometri e dei commercialisti della provincia di Torino, presenti in fiera con momenti di formazione e rilascio dei crediti; non sono mancati apprezzamenti per la presenza dell’Ordine dei Geologi, del Collegio dei Periti Industriali e di Assobim.

Infine, da sottolineare l’ottima risposta dei 57 artigiani piemontesi che hanno potuto usufruire del contributo offerto dalla Regione Piemonte.