Una terrazza sul golfo di Napoli

Incastonato tra la penisola flegrea e quella sorrentina, il golfo di Napoli è uno scrigno di tesori e bellezze che inonda lo sguardo di colori cangianti ed esclusive vedute mozzafiato.
Tra scogliere, limoneti e antiche residenze, a Posillipo, prestigioso quartiere di Napoli, trova la sua dimensione un esclusivo progetto di recupero e riqualificazione incentrato sulla complementarità tra fascino artigianale e design minimalista, tradizione compositiva e azzardo linguistico, concreta aderenza alle necessità funzionali abitative ed esaltazione della sensorialità. Il risultato è un’abitazione che fa dell’essenzialità il suo biglietto da visita, fondendo spazio, luce e materia in un delicato equilibrio di contrasti.

Situata all’interno di un parco residenziale privato, la residenza di 180 mq sorge su un terrazzamento vista mare, che permette una perfetta esposizione solare e consente di godere interamente dell’atmosfera del golfo. La geometria dell’abitazione è semplice e ben definita, in netto contrasto con l’articolato paesaggio campano.
Concepiti come espressione della flessibilità compositiva, gli interni sono funzionali e particolarmente ariosi. Le grandi e numerose aperture verso l’esterno lasciano percepire la natura che circonda l’edificio e consentono di catturare la luce del golfo.

L’organizzazione degli spazi è articolata in modo che tutto confluisca nel trait d’union centrale, che permette ai diversi ambienti di interagire tra loro in un continuum architettonico e stilistico. Il bianco, colore predominante, avvolge tutte le superfici della casa – dall’intonaco agli infissi, dagli arredi ai battiscopa – ed esalta la luminosità degli interni quasi a favorire un dialogo senza fine con la costiera circostante.
La purezza delle strutture verticali, interrotta solamente da qualche raro arredo colorato, lascia quindi la scena al pavimento in legno, che diviene il protagonista assoluto dell’abitazione attraverso un gioco di contrasti mirato a scaldare l’atmosfera minimal dell’ambiente. Scelto direttamente dal proprietario dell’immobile, appassionato di interior design che ha seguito l’intera ristrutturazione, il parquet – firmato Woodco – è stato selezionato per i suoi particolari effetti ruvidi e materici, che arredano con calore attraverso i nodi, le venature e le spaccature che lo caratterizzano.

Le tavole di grandi dimensioni (1800/2500x220x16 mm), posate flottanti, rendono il pavimento una superficie continua e fluida che abbraccia tutti gli ambienti, rafforzandone lo spirito di appartenenza ad un’unica entità progettuale. Il contrasto cromatico con il resto degli arredi si declina così in un ricercato equilibrio compositivo che rinuncia a parlare un linguaggio marcatamente antitetico, pur comprendendolo perfettamente.

Must…have!
Must di Woodco è la collezione di parquet a tre strati di qualità che racchiude in sé tutto il fascino e il calore del Rovere di Slavonia. La lavorazione artigianale è la caratteristica distintiva di questo pavimento, che sfrutta le tradizionali tecniche di falegnameria per esaltare la naturale bellezza della materia prima. Disponibile in quattro diversi formati (90×1000/1500mm, 160×1000/2500mm, 220×1500/2500mm e 350×1500/2500mm), Must è un parquet a tre strati controbilanciato in essenza, dove uno strato superiore di 4 mm in Rovere di Slavonia è abbinato ad uno strato intermedio in multistrato e ad uno strato inferiore nuovamente in Rovere, per uno spessore totale di 16 mm. La bisellatura marcata sui quattro lati è ulteriore garanzia dell’artigianalità del prodotto.
La naturalità del legno e il suo caratteristico effetto materico vengono esaltate attraverso la finitura con olio cera Osmo.

Il progetto
Località: Napoli
– Anno di ristrutturazione: 2013
Superficie: 180 mq
– Produttore pavimento: Woodco
– Prodotto: collezione Must, articolo Cool
– Fornitura e posa in opera: Aversa Fabio Parquet (Napoli)