Maggie’s Centre: il potere terapeutico del legno

Il primo edificio al mondo realizzato in legno di latifoglie lamellare a strati in crociati è un ente benefico di Oldham, nel Regno Unito. Lo studio di progettazione dRMM ha scelto il tulipier per l’influenza positiva che il legno ha sulle persone e per la bellezza, la forza e il calore che lo caratterizzano.

Progettato da dRMM Architects, con il supporto di AHEC (American Hardwood Export Council), il Maggie’s Oldham rappresenta una svolta per l’architettura e l’edilizia moderna. Maggie’s è un ente benefico che fornisce supporto pratico ed emotivo alle persone colpite da tumore.

Distribuiti sul territorio della Gran Bretagna, i centri di assistenza Maggie’s si contraddistinguono per la firma di architetti di fama internazionale.

Costruiti come gli ospedali specialistici per il cancro del servizio sanitario nazionale britannico (NHS, National Health Service), sono luoghi caldi e accoglienti, con personale qualificato per offrire un programma di supporto che migliora il benessere fisico ed emotivo.

Lo studio dRMM ha scelto il tulipier per la progettazione del Maggie’s a Oldham per l’influenza positiva che il legno ha sulle persone e per la bellezza, la forza e il calore che lo caratterizzano: il legno è noto per ridurre significativamente la pressione sanguigna, le frequenze cardiache e i tempi di recupero; esercita inoltre benefici sulla salute e sul benessere più di qualsiasi altro materiale usato nell’edilizia, come testimoniato dal Wood Housing Humanity Report 2015.

Un’opera pionieristica

La struttura esterna di quest’opera permanente è realizzata con pannelli tulipier (CLT) a cinque strati con uno spessore di 100 mm, porte e finestre sono in rovere, l’arredamento in latifoglia e la pavimentazione delle logge in frassino. Infine, il soffitto a doghe è stato realizzato con il legno avanzato dal processo di fabbricazione dei pannelli di legno a strati incrociati in modo da evitare sprechi.

Il tulipier americano è approssimativamente il 70% più resistente alla flessione di un tipico legno di conifera CLT. Il tulipier CLT è una delle specie di legno più sostenibili grazie alla sua capacità di ricostituzione, attraverso la crescita naturale.

Il Maggie’s di Oldham contiene 27,6 m³ di tulipier americano e 1,1 m³ di frassino americano, pari rispettivamente a circa 55,22 m³ e 2,1 m³ di segato, che significa circa 115,7 m³ di tronchi.

Tutti questi tronchi sono capaci di ricostituirsi in soli 120 secondi (108 secondi per il tulipier e 12 secondi per il frassino).

Il tulipier

Il tulipier è la quarta tipologia di legno più abbondante nelle foreste americane di legno di latifoglia e rappresenta il 7% della crescita totale, superato solo dalla quercia rossa americana (18%), dalla quercia bianca (15%) e dall’acero (11%). Cresce in tutti i 33 stati che ospitano i legni di latifoglia (generalmente sul lato orientale del paese) ed è più abbondante in North Carolina, Virginia e West Virginia.

Si tratta di un legno poco sfruttato. Non solo la quantità di crescita è maggiore del livello di raccolta in ogni paese dove la raccolta è inferiore alla metà del livello di crescita. Questo perché il tulipier è un legno che ha una veloce capacità di crescita e si rigenera, non solo mediante la semina naturale, ma anche facendo ricrescere i ceppi di alberi raccolti. Inoltre, è particolarmente utile nelle applicazioni strutturali, ha un rapporto di forza e peso molto alto, cioè molto più forte di quello che ci si aspetterebbe rispetto al suo peso.

Il tulipier americano CLT è circa tre volte più forte e più resistente al “taglio trasversale” rispetto al legno di conifere.

Come tutti i legni, il tulipier ha una grande capacità di immagazzinamento del carbonio. I calcoli mostrano che al momento in cui il tulipier raggiunge l’azienda in Germania dove viene fabbricato il CLT – dopo abbattimento, segatura, asciugatura e trasporto – conserva molto più CO2 di quanto sia stata generata durante la sua lavorazione e il suo trasporto.

Crediti fotografici: Alex de Rijke, Jasmin Sohi, Tony Barwell

Maggie’s Centre Oldham

• Nazione: Regno Unito
• Tipologia: sanità
• Progettista Architettonico: dRMM Architects
• Inaugurazione: 2017