Uno scrigno di leggerezza e luminosità

Incanto di luci e riflessi per una residenza veneziana, tra terra e mare.

Ci sono voluti solo nove mesi per trasformare una villa realizzata negli anni Ottanta, con gli standard dell’epoca caratteristici dell’isola di Albarella (oasi situata nella laguna a sud di Venezia), in una splendida dimora circondata dal blu del mare e dal verde del giardino circostante.

La luce che entra dalle grandi vetrate, fra i punti di forza del progetto di ristrutturazione a cura dell’architetto Alessio Frison, dona alla struttura luminosità e leggerezza, si armonizza con i colori caldi e tenui scelti per l’arredamento e, soprattutto, si fonde, esaltandolo, con il legno dei pavimenti, un parquet della collezione Luci di Fiemme firmata Fiemme 3000.

Oltre 175 i metri quadrati posati a correre, pavimenti che hanno la luminosità nel loro DNA perché nelle loro venature scorrono la vita del legno e l’intelligenza dell’uomo.

Attraverso il trattamento termico Thermowood il legno diventa più resistente e assume nuance di straordinaria ricercatezza estetica, calde e intense, che vanno dai toni profondi della terra bagnata alle sfumature caramellate del miele.

«Questo pavimento – come spiega l’architetto Frisonci è parso quello che rispondesse maggiormente alle esigenze di tipo estetico di un’abitazione caratterizzata dai colori tenui, a iniziare dai mobili della cucina e dal divano tortora, perfetto per i momenti di relax e per accogliere gli ospiti. Gli spazi sono ampi, a volte sembrano la naturale prosecuzione del giardino esterno, separano la cucina dal resto della casa creando un’atmosfera di grande eleganza».

D’impatto la spettacolare terrazza, accessibile sia da una scala interna (anch’essa pavimentata con Luci di Fiemme), sia da una scala esterna rivestita in pietra, a creare un suggestivo contrasto cromatico fra il bianco della struttura e il grigio melanzana della roccia.

Una volta salite le scale si accede al solarium e a una grande piscina con Jacuzzi. Una zona protetta da una struttura in alluminio con frangisole che si aprono e chiudono rendendola impermeabile e vivibile anche nei giorni piovosi. Per il solarium il pavimento scelto è il teak, dalla collezione Esterni di Fiemme, i cui legni vantano ottime capacità di resistenza all’umidità e agli agenti atmosferici.

Il parquet: Luci di Fiemme

Proprio come i raggi del sole accendono le montagne di tinte uniche al mondo, allo stesso modo il calore della colorazione Thermowood fa emergere, in modo naturale, tutte le sfumature e i riflessi del legno. Una collezione moderna e di design, particolarmente apprezzata da chi ama fondere estetica, comfort e stile.

Il fascino segreto di questa collezione sta nella sua natura inafferrabile, come il passaggio del sole su una superficie. In Luci di Fiemme il pavimento è una tela in continua evoluzione: le stonalizzazioni sono tratti distintivi della gamma, come lo schiarimento di alcune essenze nel tempo. Le Luci più fredde della collezione sono ottenute mediante un leggero processo di sbiancatura naturale dopo la normale colorazione Thermowood.

www.fiemmetremila.it

L’architetto: Alessio Frison

Classe 1954, originario di Padova, Alessio Frison nel 1981 consegue la laurea in Architettura presso lo IUAV di Venezia con una tesi dal titolo “Recupero, restauro e rivalorizzazione di un comparto della città di Cracovia“. Un campo di azione che lo vede impegnato tutt’ora, tanto che la sua principale attività è rivolta al restauro e alla ristrutturazione di case private, dalla progettazione alla scelta degli arredi e dell’oggettistica. Nel suo curriculum anche incarichi da arredatore per negozi, ristoranti, bar e locali notturni. Suo grande hobby è il mare, che ama solcare in barca a vela.