Alla Darsena di Ravenna inaugurata la passerella firmata Ravaioli

Il Sindaco di Ravenna Michele de Pascale e l’Assessore all’Urbanistica Federica del Conte hanno inaugurato a metà luglio la passerella sopraelevata sul canale Candiano, che regala un nuovo spazio esclusivo a cittadini e turisti, tra verde e cultura. Alla cerimonia erano presenti Elio Bagnari, presidente di Ravaioli Legnami, Angelo Bagnari, titolare ed export manager dell’azienda, e Mirko Franceschelli, direttore generale.

«Ravaioli Legnami è orgogliosa di avere fornito i materiali per questo progetto, molto atteso e di grande significato per la città – commentano dall’azienda – nato dal lavoro di squadra dello studio di architettura Teprin Associati, Image srl, gli ingegneri Tommaso Pavani e Ivan Domenico Ceccaroni, l’agronomo paesaggista Paolo Gueltrini, e realizzato da Deltambiente. Un orgoglio che viene non solo dal valore architettonico e professionale dell’opera di riqualificazione svolta, ma anche e soprattutto per il legame affettivo che lega la nostra azienda a Ravenna».

Il porto è il cuore pulsante di una città di mare, ma per un secolo la Darsena di Ravenna è stata una zona destinata esclusivamente a uso industriale, preclusa agli abitanti della città che non vi lavoravano e, negli ultimi anni, abbandonata al degrado.

Il progetto di riqualificazione di cui la passerella fa parte, apre oggi una porta sul mare a pochi passi dal centro storico, offrendo nuovi spazi da vivere ai cittadini, un luogo di ritrovo per giovani e famiglie.

La passerella è stata realizzata mediante una struttura di acciaio zincato rivestita di legno Ipè e lungo il percorso si trovano panchine, alberi e piante decorative, una sorta di salotto arricchito da leggii che riportano suggestioni sulla città firmate dai grandi della letteratura, da Dante a Byron, da Annunzio a Montale, da Pasolini a Dario Fo.

«Ringraziamo tutti i professionisti coinvolti, Deltambiente, lo studio di architettura Teprin Associati, ideatore e progettista dell’intervento assieme allo studio Image, che hanno contribuito a ridisegnare il volto di questo specchio d’acqua, conferendo finalmente una forte identità alla zona – ha dichiarato Angelo Bagnari, titolare ed export manager di Ravaioli – Spero che questo possa dare al Comune tanto coraggio e stimolo nel promuovere altri futuri progetti».