Il legno è casa (parola di Francesco Librizzi)

Abbiamo intervistato questo giovane talento italiano del mondo del progetto a Cersaie, dove ha partecipato in veste di art director per Ali Parquets. Ecco cosa ci ha raccontato.

Nato nel 1977, Francesco Librizzi (come si legge nella sua biografia) si è laureato in architettura a Palermo. Nel 2005 ha fondato Francesco Librizzi Studio a Milano, dove sviluppa progetti di architettura, interni, allestimento e product design. Il suo lavoro è stato pubblicato su diverse riviste internazionali di architettura ed è stato esposto da istituzioni quali il Louvre di Parigi e lo Storefront for Art and Architecture di New York. Più di recente, Librizzi è stato il più giovane architetto invitato apartecipare alla mostra “Stanze. Altre filosofie dell’abitare”, evento curato da Beppe Finessi e svoltosi presso la Triennale di Milano davanti ai protagonisti italiani dell’architettura contemporanea.

L’occasione per un’intervista a questo giovane talento italiano è nata alla fiera Cersaie (Bologna, 26-30 settembre 2016), dove Librizzi ha partecipato in veste di art director del parchettificio Ali Parquets, dando vita a uno stand dal design inconfondibile, colorato, onirico, che ha accolto gli ospiti in un suggestivo viaggio alla scoperta del mondo del parquet.

Com’è nata la sua passione per il mondo del progetto?

Francesco Librizzi: Nasce da un misto di entusiasmo e insoddisfazione. La passione per tutto ciò che è bello e la voglia di migliorare ciò che potrebbe esserlo di più.

Quali sono i lavori a cui è più affezionato?

Francesco Librizzi: Alcuni miei lavori, in maniera molto riservata, hanno cambiato il mio punto di vista sul mio stesso lavoro. Altri hanno invece vissuto una dimensione molto pubblica. Cioè attraverso riviste e social media sono stati conosciuti e condivisi da molte persone: hanno cambiato il punto di vista di molte persone. Sono affezionato a entrambe le categorie.

In generale, ci sono dei materiali che privilegia nei suoi lavori?

Francesco Librizzi: Legno e metallo, tornano con molta frequenza per l’uso spesso combinato di superfici e telai che contraddistingue alcuni miei lavori.

Com’è nata la collaborazione con Ali parquets?

Francesco Librizzi: Qualcuno ha pensato a una combinazione fortunata e intelligente: un’azienda con un grande prodotto e un progettista con uno sguardo esterno e fresco in grado di rendere visibile e potente il messaggio del marchio. 

Progettare con il legno perché…

Francesco Librizzi: Perché il legno è casa.Perché il legno è vero. Perché il legno è un classico.Perché il legno è un prodotto tecnologicamente avanzato.Perché il legno è una fonte rinnovabile.

Se dovesse dare un consiglio a uno studente di architettura?

Francesco Librizzi: Trova ciò che ti piace. Sii sicuro che ti piaccia veramente. Vai fino in fondo.

di Federica Fiorellini