Adesivi per parquet: presto una norma italiana?

Si sono recentemente tenute due riunioni del Gruppo di Lavoro 4 della Commissione Unichim Adesivi, per valutare la possibile definizione di un metodo di prova speciale per gli adesivi per parquet.

I motivi che hanno portato alla convocazione di questa commissione nascono dalla constatazione di diversi casi di distacco spontaneo di parquet posati avvenuti negli ultimi anni e legati alla degradazione progressiva di alcuni adesivi di tipo silanico.

Dalla discussione che si è tenuta presso Unichim (Associazione per l’Unificazione nel Settore dell’Industria Chimica, federata all’UNI) è emerso che la norma UNI EN 14293Adesivi per incollare il parquet al pavimento – metodi di prova e requisiti minimi” non si è rivelata adatta ad evidenziare il fenomeno. Per questo motivo è sorta l’esigenza dei produttori e degli applicatori di disporre di un nuovo metodo per valutare la stabilità degli adesivi per pavimenti in legno in modo da evidenziare anticipatamente possibili cedimenti dell’incollaggio nel corso del tempo, permettendo quindi al mercato di formulare e selezionare adesivi più affidabili.

Ricerche preliminari eseguite da alcuni produttori di adesivi e dal Catas sembrano dimostrare che prove di resistenza all’invecchiamento ad alte temperature (70-90)°C possano permettere una selezione degli adesivi silanici.

Catas è stato quindi incaricato di preparare una prima bozza della procedura di prova che, successivamente, verrà vagliata mediante l’organizzazione di un apposito circuito interlaboratorio.



Richiedi maggiori informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio