L’impegno europeo contro il taglio illegale dei boschi

Come emerso dalla conferenza annuale sul taglio illegale dei boschi svoltasi a Chantham House (Londra, 19-20 giugno 2017), complessivamente in tutto il mondo il taglio illegale è il crimine ambientale più redditizio, con un valore da 50 a 150 miliardi di dollari l’anno secondo il rapporto 2016 dell’Interpol e dell’UNEP.

Oltre all’effetto devastante sull’ambiente e sulla biodiversità, il taglio illegale comporta una perdita enorme per i governi in mancate entrate fiscali.

Il FLEGT (Forest Law Enforcement, Governance and Trade), fondato più di dieci anni fa, rappresenta una parte della risposta della UE al fenomeno del taglio illegale, a cui contrappone criteri di gestione forestale sostenibili e legali. Una migliore gestione e promozione del commercio di legname prodotto legalmente sono fattori chiave nel contrastare il fenomeno. In questo contesto la VPA (Voluntary Partnership Agreement) costituisce un accordo commerciale vincolante tra l’Unione Europea e i paesi produttori di legname fuori dalla UE.

Per saperne di più: https://news.mongabay.com/2017/06/international-illegal-logging-conference-touches-on-myriad-issues/



Richiedi maggiori informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio