Arabian Ranches

A Dubai, nel cuore del deserto, sorge una catena di abitazioni di lusso di recente costruzione: cottage da sogno circondati da rigogliosi giardini, piscine private e… sole tutto l’anno. Sono gli Arabian Ranches, oltre 4 mila ville a tema riunite in 23 quartieri residenziali in cui elementi di architettura araba ed europea si fondono piacevolmente.
E la villa che qui presentiamo, protagonista di un restyling dal gusto estremamente europeo, con una strizzata d’occhio al made in Italy, ben rappresenta lo stile degli Arabian Ranches.

I lavori sono stati eseguiti da Finasi LCC del Dubai Design District, rivenditore Skema. Prima della ristrutturazione l’abitazione era “oppressa” in spazi chiusi e scuri: finestre piccole impedivano il contatto con l’esterno e quel poco di luce che entrava si perdeva in muri e arredi dai colori tetri. Insomma, un ambiente casalingo che ben poco aveva a che fare con lo splendore e il calore delle giornate di Dubai.

 

Fiat lux

L’intero restyling ha avuto come scopo quello di donare luce e spazio a tutto l’insieme: l’eliminazione di alcune pareti, l’aggiunta di larghe vetrate e l’uso di colori chiari sono stati una scelta obbligata ma naturale. E poi il pavimento in legno, che ha sicuramente saputo regalare alla casa quella punta di calore che rischiava di mancare in un progetto volto a illuminare e schiarire ma che, senza l’aggiunta del legno, poteva scadere in un ambiente troppo freddo e asettico.

Per tutta l’area giorno dislocata al piano terra e le scale sono state selezionate le tavole multi larghezza in rovere rustico, finitura olio bianco, di Essentia Lava della linea legno Oximoro. Ma i prodotti Skema non sono stati scelti solo per i pavimenti. Il punto di passaggio fra la sala da pranzo e il resto della casa è stato sfruttato per creare un elemento di stacco applicando alla parete il rivestimento Skema Open Mind nella finitura “Barrique Grigio“, una scelta capace di catturare l’attenzione e di direzionarla verso il pavimento, grazie all’armonia dei due diversi materiali, pur rimanendo ben inserito nel contesto di colori e atmosfera. Il risultato è una casa fresca, luminosa, aperta, accogliente.

__________________________________________

Il parquet: Oximoro by Skema

Oximoro Essentia è un pavimento prefinito in legno di Quercia Europea (quercus petraea) di provenienza certificata. La gamma si compone di tavole di lunghezza e larghezza miste per ottenere una posa originale. Gli elementi sono costruiti a tre strati, con parte nobile e bilanciamento in legno di quercia tra loro assemblati mediante colle bianche esenti da formaldeide. Speciali trattamenti a base di olio naturale e a base di vernici UV misti a ossidazioni in autoclave o con impregnanti naturali conferiscono alle tavole un aspetto autentico e vissuto. La posa adatta per scelta ecologica è flottante, ma è possibile posare anche con incollaggio totale.

 

Le pareti: Open Mind

Open Mind è un sistema di rivestimento con personalizzazione delle pareti attraverso pannelli in legno dalle lavorazioni uniche e artigianali, capaci di arredare da soli in modo scenografico spazi di prestigio come hall d’albergo, sale meeting, uffici direzionali, grandi ville.

Intarsi e geometrie, giochi di colore, idee innovative e originali per un uso non convenzionale della materia legno proposti in modo creativo, sanno trasformare una normale parete in un vero quadro di design raffinato ed esclusivo.

Lo specchio dell’anima

L‘architetto portoghese Jorge Sousa Santos ha progettato un originalissimo negozio di ottica a Beja, in Portogallo. Fil rouge degli interni il legno di acero americano, usato per i pavimenti e i rivestimenti delle pareti.

Il negozio di Beja si sviluppa su tre livelli, per dare al cliente un maggiore senso di privacy. All’ingresso, il primo livello include l’area espositiva, lo spazio vendita e il laboratorio. Il secondo ospita altri spazi espositivi sull’optometria e gli uffici, il terzo è riservato allo staff.

Obiettivo principale del progetto era creare un senso di unità in tutti gli spazi interni e al tempo stesso concepire un modo del tutto nuovo di esporre gli occhiali.

Di qui l’idea di rivestire la parete espositiva del negozio in acero americano e sistemare su di essa una molteplicità di specchi rotondi girevoli. Reinterpretazioni dei tradizionali specchi dei barbieri, gli specchi, sul retro, hanno un supporto per occhiali su uno dei lati, basta una semplice rotazione… E il gioco è fatto.

Il set di specchi rotondi forma un motivo articolato su due livelli, con un gioco di intersezioni e spazi vuoti che crea un senso di assoluta unità. L’omogeneità deriva inoltre dalla scelta dei materiali e dal modo in cui alcuni dettagli sono rivelati solo dall’illuminazione.

Il pavimento in acero diventa un supporto per gli specchi e la superficie laccata dei mobili ricopre l’intero spazio che contiene i modelli esposti, ma anche stampati e scorte.

Per le pareti e per la pavimentazione è stata utilizzata una sezione trasversale di 120×15 mm di acero americano con una finitura in vernice trasparente. Il collegamento tra pavimento e parete è realizzato con un pezzo concavo di massello di acero americano.

Photo credit: FG+SG – ArquitecturbisLda (www.ultimasreportagens.com)

_______________________________________________

American Hard Maple (acero duro), Acer saccharum, Acer nigrum

L’alburno è bianco crema con una leggera sfumatura marrone rossiccio, mentre il durame va da marrone rossiccio chiaro a scuro.  La quantità di durame marrone più scuro può variare significativamente a seconda delle regioni in cui cresce.  Sia l’alburno che il durame possono contenere delle striature.  Il legno ha una fibra fine, compatta e generalmente diritta, ma può anche presentare “effetti piuma”, “marezzature” e figure “occhiolinate”. Tali caratteristiche sono generalmente disponibili solo in volumi commerciali nei tranciati.

Il legno è duro e pesante, con buone caratteristiche di robustezza, in particolare una resistenza elevata all’abrasione e all’usura.  Offre inoltre buone caratteristiche di curvatura al vapore.

Applicazioni principali: pavimenti, arredamenti, rivestimenti, mobili da cucina, piani di lavoro e di tavoli, rifiniture per interni: scale, corrimano, modanature e porte. Per le sue proprietà, il legno, estremamente resistente all’usura e dalla fibra compatta e levigata, è la specie ideale per la pavimentazione di luoghi di grande passaggio come teatri, sale da concerto, palestre o campi di pallacanestro.

 

American Hardwood Export Council

L’American Hardwood Export Council (AHEC) è la più importante associazione per il commercio internazionale di legno di latifoglie americane. Rappresenta le società USA impegnate nell’esportazione, nonché le maggiori associazioni per il commercio dei prodotti in legno di latifoglie americane. AHEC è sempre a disposizione di architetti, designer e clienti finali per fornire le informazioni tecniche sulla gamma di specie disponibili, sui prodotti e sulle fonti di approvvigionamento.

L’AHEC produce una serie di pubblicazioni tecniche che sono disponibili gratuitamente nel sito web: www.americanhardwood.org.

Indovina chi viene… A colazione?

Un grazioso bilocale al centro del quartiere Isola di Milano, essenziale ma eccentrico, una speaker radiofonica molto amata.

Quartiere Isola, Milano. Una zona di periferia urbana vicinissima al centro, collocata tra i tracciati ferroviari e la circonvallazione, che ha mantenuto nel tempo una forte identità, un’atmosfera da piccolo paese. Un’area che sta vivendo una grande trasformazione – sociale, culturale, urbanistica – che ne sta modificando la fisionomia.

Accanto alle abitazioni di edilizia popolare, alle case di ringhiera, sorgono esempi di architettura razionalista, ma anche il grande progetto Porta Nuova, con il Bosco Verticale di Boeri o la piazza Gae Aulenti.

È in una bella palazzina liberty restaurata una decina di anni va che si trova questo miniappartamento. Un bilocale di cinquanta metri quadrati circa dall’atmosfera molto accogliente (grazie anche al pavimento in legno) e dal disegno estremamente funzionale.

Un grande rettangolo, con un’area dedicata alla zona living (con la cucina e il tavolone per i pasti), una dedicata alla stanza da letto (con annessa la cabina armadio), il bagno.

Il bianco della maggior parte degli arredi (la cucina, gli armadi a parete, il grande tavolo) contrasta con i colori delle lampade (verde acqua per la cucina, azzurro per la camera), del divano, di alcuni pezzi d’arredo. Così come i materiali di gusto contemporaneo si affiancano a elementi decorativi di sapore più antico. Il poster-quadro di Kill Bill giallo limone convive con il tatami giapponese, le sedie Kartell con la poltroncina etnica. Stili diversi, accostamenti inattesi, che sorprendono. Non convenzionali.

Così come fuori dagli schemi è la padrona di casa, “la Betti” come la chiamano i suoi fan, gli ascoltatori di Tutto Esaurito su Radio 105 (la trasmissione radiofonica più ascoltata della fascia mattutina, condotta dal “capitano” Marco Galli). In radio fa la parte della svampita, della “femme fatale“, nella vita è una ragazza determinata e preparata, con una passione sfrenata per le scarpe, i film francesi, l’ozio: “Starei ore avvolta nella mia copertina a guardare la tv e sgranocchiare pop corn”. Il suo segreto? Ha sempre il sorriso sule labbra.

 

Betti loves parquet

Betti ci ha aperto la sua casa e ci ha mostrato orgogliosa le sue pareti colorate, i suoi poster, il suo parquet.

Un pavimento in legno massiccio, in doussié, leggermente fiammato, con finitura a vernice. “Mi sono affidata al rivenditore e al mio intuito nella scelta del pavimento. Ho scelto il legno perché l’ho sempre amato, perché è caldo e accogliente, e il doussié perché mi hanno spiegato che è molto resistente. Mi piaceva il piccolo formato e l’idea che le doghe fossero ‘tutte di legno’, massicce”.

__________________________________________________

”Betti Bettina e Tutto Esaurito

Tutto Esaurito è in onda tutte le mattine su Radio 105, dalle 7 alle 10, dal lunedì al sabato. È un appuntamento di culto condotto dal dj Marco Galli. Oltre a Betti, con Galli ci sono Pizza, Mitch & Squalo, Carlotta e i dj Liuzzi e Fargetta.

Aperitivo al Sasha?

A Milano, sotto i grattacieli del Bosco verticale, c’è un ristorante internazionale inaugurato di recente. Ci è piaciuta l’atmosfera, i piatti serbi… Il parquet.

Si trova nel cuore dell’Isola il ristorante Sasha, uno dei quartieri più caratteristici di Milano: sotto i due grattacieli del Bosco verticale e a due passi dalla suggestiva piazza Gae Aulenti. È un posto magico l’Isola, un’enclave che ricorda tanto un paese: la gente per strada si conosce e si saluta, le piccole botteghe artigiane convivono conle gallerie d’arte moderna. E poi i parchie i giochi per bambini, gli spazi aperti e, neanche a dirlo, una miriade di locali, bar e ristoranti – nuova meta della movida milanese – dove il brunch la fa da padrone. Come il Sasha, inaugurato lo scorso 19 maggio, proprio davanti alla stazione Isola della metro lilla.

Due sale interne e dehors, un ambiente arredato con gusto e originalità: le poltroncine in pelle bianca, i lampadari, l’ampio spazio dedicato ai vini, le grandi doghe di rovere, tutto contribuisce a creare un’atmosfera raffinata, calda e accogliente.

La cucina è internazionale: più leggera a mezzogiorno, alla sera il menu si arricchisce di specialità di carne e di pesce e di piatti tipici balcanici, come la karageorgeva, una bistecca di vitello ripiena di kajamak (tipico formaggio fresco serbo) e pancetta, arrotolata, impanata e fritta, accompagnata con patate. E poi l’aperitivo, un rito irrinunciabile, diffuso ormai tra ogni fascia di età: il Sasha offre ottimi cocktails, oltre a una selezione di alcoolici doc.

Insomma, se passate per il quartiere Isola, fateci un salto, se non altro per dare un’occhiata al pavimento di legno nuovo di zecca del locale: grandi assi di rovere piallate a mano e finite con una vernice naturale effetto cera. Particolari i nodi con le stuccature a vista.

_______________________________________________________________

La scheda

Dove: via Confalonieri 15, Milano.

Cucina: internazionale, con alcuni piatti balcanici.

Quando: colazioni, pranzi, aperitivi e cene.

Il parquet: doghe di rovere piallate a mano e oliate.

www.sashamilano.it

Chi va al mulino… S’infarina (a volte)

Molino Rossetto di Friola (VI) è un’azienda specializzata nella molitura di cereali. I nuovi uffici direzionali – realizzati da Silvestri Arredamenti su progetto dell’architetto Roberto Silvestri – sono inseriti in un contesto ricco di personalità, grazie anche alla convivenza di materiali come acciaio, vetro e legno.

Leggerezza e fluidità sono le parole chiave di questo progetto. I nuovi spazi interni si compongono di un grande open space con tre postazioni direzionali total white, filtrate tra loro da pareti in vetro extra-chiaro con chiusure scorrevoli e da una sala riunioni esclusiva e avvolgente realizzata completamente in legno.

Uffici con il massimo della luminosità naturale, in cui tutto è dichiarato e in continua mutazione. Da qui la scelta di utilizzare per il pavimento un tavolato piallato a mano in cui le tipiche tonalità e sfumature, valorizzate dall’uso di olio e cera naturale, sembrano rincorrersi in un continuo, vorticoso cambiamento (Vecchia Noghera di Cadorin).

Il parquet: Vecchia Noghera by Cadorin
Il legno del noce (noghera in dialetto veneto) è conosciuto per le proprie caratteristiche estetiche e fin dall’antichità viene utilizzato per la realizzazione di mobili raffinati e tavolato di antichi casali.
Vecchia Noghera by Cadorin è un parquet esclusivo, dalle molteplici varianti che riprendono i temi delle tavole di un tempo affiancato a un design moderno.
Vecchia Noghera, oltre a distinguersi per bellezza e qualità, risponde a importanti requisiti “green”, che ben si sposano alla filosofia e alle tecnologie a secco con cui gli uffici sono stati costruiti: 1. Il Noce europeo utilizzato rientra fra i legni selezionati dall’azienda con il marchio Legno Più Km Meno (il suo approvvigionamento avviene a una distanza ravvicinata dalla sede della); 2. La struttura in tre strati è realizzata con controbilanciatura in Abete e Larice austriaco (provenienti entro i 300 km dall’azienda); 3. Le colle viniliche utilizzate sono prive di sostanze nocive come la formaldeide, la finitura ad olio e cera naturale completano il cerchio.

IN VETRINA
Industrialtime-Monolith, colori intensi per ambienti moderni

Industrialtime-Monolith di Woodco è la collezione di parquet industriale prefinito che unisce in una sola soluzione un’elevata resistenza al calpestio e un’estetica di grande appeal. Pensata per ambienti commerciali – come negozi, hotel, palestre, ristoranti e musei – ma apprezzata anche nei contesti residenziali più contemporanei, personalizza gli interni attraverso le sue intense vibrazioni di colore, conferendo ad ogni ambiente dinamismo e ricercatezza.

 

Una vera scelta di stile

Particolarmente amati da progettisti e designer per la loro capacità di arredo, i parquet industriali si distinguono per la caratteristica posa di testa delle lamelle che li compongono e per il peculiare effetto di frammentazione del colore. La collezione Industrialtime-Monolith, composta da 10 differenti varianti cromatiche, affianca tonalità eteree e delicate a nuance decisamente più grintose – dal madreperla all’ambra, dal bianco opale al noce naturale – offrendo la possibilità di personalizzare lo stile dei locali secondo il proprio gusto.

 

Studiati per le aree a traffico elevato

L’elevato spessore degli elementi, la loro lavorazione di testa e lo strato di usura di ben 5 mm conferiscono ai pavimenti Industrialtime-Monolith un’elevata resistenza agli urti e al calpestio, requisito fondamentale soprattutto negli spazi soggetti a frequente passaggio. Rispetto ai parquet industriali tradizionali, questa innovativa versione prefinita di Woodco supera le difficoltà tipiche della posa, rendendo l’installazione molto più facile e veloce.

 

Scheda tecnica

Dimensioni: 600/1000x230x15 mm
Essenze: Rovere, Noce
Strato d’usura: 5 mm
Supporto in multistrato di betulla: 10 mm

Exterpark Tech Shield: l’outdoor da un nuovo punto di vista
EPTechdoorsnedePART

Nome prodotto: Exterpark Tech Shield

Formato e dimensioni: 22x145x2200mm

Specie legnosa/composizione: composto termoplastico estruso (WPC) incapsulato e realizzato con polietilene e fibre di legno naturale. 65% legno (Certificato FSC), 30% polietilene ad alta densità (HDPL), 5% Altro (coloranti e Anti UV)

Caratteristiche tecniche: pavimento per esterni in WPC incapsulato in uno scudo di protezione contro macchie e usura. Totalmente senza manutenzione. Con impronta effetto legno e le naturali differenze cromatiche del vero legno

Tecnica di posa: montaggio su travetti con sistema brevettato SpeedClip senza viti

CP Parquet, in giardino come in casa

CP Parquet ha individuato nei legni di teak e frassino termotrattato (come in questo caso) le migliori specie legnose ad alta resistenza contro i funghi basidomiceti xilofagi, per pavimentazioni da esterno. Questi legni vengono lavorati in listoni con lunghezze varie a correre o in elementi modulari con aggancio a secco. Per vivere anche all’aria aperta il piacere e la meraviglia di un pavimento in legno, per prolungare la casa nel verde di un giardino.

Decking-Frassino-part.

Nome prodotto: Decking Frassino

Formato e dimensioni: lunghezza: 1200>3300 mm; larghezza: 112 mm; spessore: 20 mm

Specie legnosa/composizione: Frassino termotrattato a 215 °C

Caratteristiche tecniche: elevata resistenza alle intemperie e all’usura del tempo, di facile manutenzione

Wave, inediti modi di abitare

Presentato in anteprima al Fuorisalone di Milano, Wave di Corà è un originale pavimento di legno realizzato attraverso una sequenza di listoni ondulati che virano dal verde mare al grigio, giocando con un’alternanza di finiture lucide e opache.

Nato dal design di Massimo Broglio, Wave assume un andamento delicato e inedite sfumature, per sperimentare nuovi modi di abitare gli spazi contemporanei, creando luoghi non convenzionali.

Il pavimento è in rovere europeo; oltre alle nuance grigio-verde, è disponibile in altre tre tonalità: bianco, grigio e nero, sempre alternando effetto “matt” e “glossy“.

Grande Collection, il tavolato massiccio dall’anima moderna

Grande Collection di kährs è la risposta a tutti i nostalgici che amano i tradizionali tavolati in legno massiccio e, al contempo, non vogliono rinunciare ai vantaggi di un parquet moderno: rispettoso dell’ambiente, ecologico e economico, dalla posa stabile e sicura. Con uno strato nobile di 5 mm, ha lo stesso spessore superficiale dei tavolati in legno massiccio. Grazie alla struttura multistrato del legno sottostante, le plance della Grande Collection hanno una stabilità eccezionale.

Perchè il parquet?

Le ragioni per scegliere il parquet sono veramente tantissime, ma la più importante, e anche la più immediata, è sicuramente la seguente: il parquet è ricavato da un materiale naturale veramente fantastico che ha molteplici vantaggi: il legno.

” Mirko De Blasio, responsabile commerciale Kahrs per l’Italia.
Vecchia Segheria, esperienza artigiana applicata al parquet

Parkemo presenta Vecchia Segheria, una collezione che fonde il gusto estetico più attuale e l’esperienza artigiana per la quale il produttore si contraddistingue sul mercato.

Una collezione destinata a chi non vuole rinunciare al piacere del calore di un pavimento in legno, nella fattispecie di rovere proveniente soltanto da foreste europee, seppur rivisitato in chiave più moderna.

Un parquet a tre strati in grandi formati, con colorazioni in sintonia con i trend più attuali, abbinate a lavorazioni che vengono dal passato: tagli sega, invecchiamenti, stracciature, piallature a mano (trattamenti di superficie atossici).

La boiserie artigianale

I rivestimenti murali Foglie d’Oro diventano delle vere e proprie boiserie: ideali nella creazione di nuovi ambienti, raffinati e funzionali per il restyling di spazi esistenti.

MANUTENZIONE